Alle 20.30 Vicenza-Cosenza

Strade chiuse e rinforzi: stadio blindato per la sfida playout

Poliziotti all'esterno del Menti in una foto d'archivio
Poliziotti all'esterno del Menti in una foto d'archivio
Poliziotti all'esterno del Menti in una foto d'archivio
Poliziotti all'esterno del Menti in una foto d'archivio

Un’altra “partita della stagione” per il Lane. Stasera si gioca l’andata del confronto con il Cosenza che varrà la permanenza nella serie cadetta. Una partita importante, che si pensa possa richiamare oltre 1.400 tifosi della squadra calabrese da tutta Italia e che, per questo, è stata messa sotto osservazione dalla questura e dall’amministrazione comunale.
Il dispositivo predisposto dal questore Paolo Sartori prevede 70 agenti di supporto ulteriori oltre a quelli in servizio nel capoluogo berico. In più, dopo quanto accaduto nella partita in cui il Vicenza ha ospitato il Lecce, con l’esplosione del petardo partito dal settore ospiti che ha causato un trauma al portiere Nikita Contini, sono state date precise disposizioni agli steward che controllano chi entrerà al Menti di verificare attentamente la presenza di materiale di quel tipo per prevenire possibili problemi. Dal canto suo, l’amministrazione cerca di gestire al meglio tutto quello che ruota attorno allo stadio: «per ragioni di ordine pubblico, a partire dalle 16.30 sono previste alcune limitazioni del traffico - spiegano da palazzo Trissino - Tra cui, dalle 18.30, la chiusura di via Bassano e via Spalato. L’accesso alle due strade, oltre che a quelle chiuse in via ordinaria durante le partite di calcio, sarà sempre garantito ai residenti ed esercenti. Informazioni sulla situazione viabilistica in città sono disponibili sul portale Luceverde Vicenza, il servizio di infomobilità promosso da Aci e Comune». 
Insomma, più si avvicinerà il calcio d’inizio delle 20.30 e più sarà complicato circolare attorno al Menti e nelle aree limitrofe; sarà quindi consigliato cercare strade alternative per non subire rallentamenti.
Non solo: la prevenzione passa anche dal controllo sugli alcolici che possono essere sempre pericolosi perché tendono a infiammare gli animi già surriscaldati dei tifosi. Per questo, su richiesta dell’ufficio di gabinetto della questura, il Comune ha disposto il divieto di somministrare e vendere bevande con contenuto alcolico superiore al 5 per cento del volume, ma anche somministrazione e vendita di bevande in contenitori di vetro e lattine all’interno dello stadio “Romeo Menti” e in dieci esercizi pubblici che non distano molto dallo stadio, nei market e ai venditori ambulanti della zona: il divieto scatta alle 18.30 e dura per tutto il match. 

Karl Zilliken