In Fiera

Vicenza capitale delle "relazioni". Panariello, Noemi, Cristicchi tra gli ospiti

La città di Vicenza si prepara ad accogliere Relazionésimo 2030, il primo Expo Summit festival delle relazioni dal 15-17 luglio. Performance, percorsi sensoriali, arte, workshop e oltre 60 convegni vedranno accademici, artisti, imprenditori a confronto accomunati da un obiettivo: raccontare la loro visione delle relazioni nei diversi contesti della vita. Perché la forza delle relazioni può coinvolgere e ispirare il metodo per essere felici. Organizzato da Beate Vivo Farm e incentrato sull’essere umano, il programma e gli ospiti di Relazionésimo 2030 sono stati presentati oggi nella sala degli Stucchi di Palazzo Trissino a Vicenza. Sono intervenuti, il sindaco di Vicenza Francesco Rucco, l’assessore alla cultura Simona Siotto, l'assessore regionale all’istruzione, formazione, lavoro e pari opportunità del Veneto Elena Donazzan, con un videomessaggio di  Giorgio Panariello, testimonial della manifestazione. E Ombretta Zulian e Ketty Panni, fondatrici di Beate Vivo Farm.

A far parlare di Relazionésimo attraverso la forza delle emozioni sarà Duccio Forzano, curatore artistico della manifestazione, regista e magistrale interprete dell’Eurovision Song Contest 2022. L’ingresso al padiglione fieristico è caratterizzato dall’area show, capace di coinvolgere i visitatori in un viaggio totalizzante alla scoperta del significato delle relazioni a partire dall’installazione dall"’Eden al Deserto” che apre il percorso espositivo.

 

MOSTRA. E ancora, una mostra di 44 opere inedite di artisti contemporanei curata da Vittorio Sgarbi per celebrare attraverso diverse forme di espressione creativa le trame delle relazioni che spaziano dai rapporti umani, alla natura, al mondo che ci circonda. Emilio Casalini presenterà un percorso dedicato alla bellezza generativa – realizzato in collaborazione con Rai Teche - che trasporterà i visitatori in un viaggio articolato in 12 tappe per farci conoscere come i luoghi nascosti del nostro paese siano fattori di rilancio dei territori.

 

SPETTACOLI. Sul versante artistico non mancheranno gli spettacoli serali dove Giorgio Panariello, Simone Cristicchi e Ernesto Assante con la Mark Hanna Band e la super ospite Noemi, regaleranno al pubblico performance inedite tra teatro, musica e parole.

 

SOSTENIBILITÀ. Sostenibilità e futuro del Pianeta saranno tematiche ricorrenti in molti panel. Le difficoltà dell’approvvigionamento idrico, il cambiamento climatico sono solo alcuni degli impatti generati dalle nostre relazioni negative con il Pianeta. Su questo tema il meteorologo, climatologo e divulgatore scientifico Luca Mercalli terrà una lectio magistralis, mentre della relazione tra Terra e gli esseri umani dialogheranno in una tavola rotonda Lucio Brotto, co-fondatore e responsabile dello sviluppo aziendale di Etifor azienda che si occuperà di azzerare il carbon footprint di Relazionésimo 2030, assieme a Nicola Cerantola esperto di business model circolari e a Barbara Degani CEO di GreenGo Consulting.

 

NEW ECONOMY. Al centro dei dibattiti anche una nuova visione dell’economia del futuro capace di far fare il primo passo verso “L’Era del Relazionésimo”. Il sociologo ed economista Mauro Magatti aprirà un confronto sul significato originario di economia assieme agli imprenditori Cristina Sivieri Tagliabue e Andrea Moschetti, introdotti da un contributo di Vandana Shiva economista militante ambientalista e teorica dell’ecologia sociale. Lo stesso Magatti sarà protagonista di un dialogo con Ilvo Diamanti sulla sua ultima pubblicazione “Supersocietà” che pone il tema delle relazioni come fattore essenziale per superare le complessità della globalizzazione.

Restando in ambito economico Paolo Gubitta docente all’Università di Padova parlerà di impresa e comunità introducendo il tema delle C.Corp, mentre Luca Vignaga, CEO Marzotto Lab e Marina Fornasier, Presidente Insieme Coop, e Ilaria Agosti, presidente di AIDP Veneto e Friuli, racconteranno delle relazioni necessarie per innescare il cambiamento nell’alleanza tra azienda e territorio.

 

VOLONTARIATO. Anche l’agire sociale è chiamato a ripensarsi attorno a nuovi paradigmi capaci di rimettere al centro la relazione. Sarà questo il tema centrale dell’incontro dedicato al Fraternariato. A parlarne saranno tra gli altri Stefano Zamagni, professore di Economia Politica all'Università di Bologna, Emanuele Alecci Portavoce della candidatura del Volontariato a Patrimonio dell’Umanità, la sociologa Chiara Giaccardi con le conclusioni del Ministro per i rapporti con il Parlamento Federico D’Incà.

 

GIOVANI. Le Relazioni con il futuro non possono che passare per il concetto di eredità e dei giovani. Quale eredità tramandiamo tra ricchezza economica e ricchezza sociale? A parlare di questo tema assieme a Fabrizio d’Angelo saranno illustri personalità del mondo della magistratura, del mondo notarile e commercialisti. E ancora ai giovani è dedicata la presentazione dei risultati della ricerca “Stacco tutto” condotta a livello nazionale da Sara Sampietro, ricercatrice dell’Università Cattolica del Sacro Cuore con un intervento di Paolo Benanti, professore presso la Pontificia Università Gregoriana e grande esperto del mondo digitale.

 

BENESSERE. Tanti appuntamenti e convegni dedicati al benessere alla cura e alla spiritualità, ma anche a temi che richiedono una relazione più profonda. È il caso della malattia con cui l’essere umano deve imparare a convivere ed entrare in relazione. Grazie alla collaborazione con l’associazione Amici del Quinto Piano di Vicenza, la psiconcologa Paola Onestini racconterà la sua esperienza nell’accompagnare i pazienti oncologici nell’affrontare la relazione con la malattia e con loro stessi. Il Primario Oncologo Giuseppe Aprile affronterà il delicato tema della relazione tra medico e paziente nel comunicare una diagnosi spesso complicata da affrontare. Alessandro Giurelli, chinesiologo ed esperto in attività motoria preventiva parlerà di come l'esercizio fisico, potente farmaco naturale, può essere utile a scopo preventivo e nel percorso di cura per il paziente oncologico.

 

STORIE DI DONNE. Spazio anche alle storie di donne che hanno fatto della cura della relazione la chiave del loro successo, alle nuove forme di abitare generativo fondato sulle relazioni solidali eque e sostenibili capaci di integrare casa, lavoro, cura e cultura.

 

CIBO. Tra le novità più interessanti di Relazionésimo vi è cibo in relazione. Nutrirsi in modo salutare e corretto, rispettando la relazioni tra i cibi e le relazioni da riattivare a tavola. Di questo parlerà il medico dietologo specialista in scienze dell’alimentazione Emiliana Giusti spiegando come ciò che mangiamo e quando e come lo mangiamo può entrare in relazione con la nostra vita e i nostri rapporti sociali. Non mancheranno i grandi nomi della cucina e della pasticceria: da Luca Montersino a Roberto Carcangiu, a Francesco Palmieri.

 

FILOSOFIA. E ancora al duo filosofico Tlon il compito di parlare di come il modo di relazionarci con le persone sia cambiato drasticamente e di analizzare il ruolo della tecnologia come alleata per lavorare assieme come comunità. Tantissimi i workshop sull’uso consapevole della voce come elemento in grado di metterci in relazione, percorsi olistici e campane, coaching e meditazione, presentazioni di libri con l’autore tra cui si segnalano gli autori di bestseller Oscar di Montigny e Richard Romagnoli che presenterà assieme al Pier Mario Biava, Direttore dell’Istituto Multimedica di Milano, il volume Happygenetica che va a scardinare alcuni falsi preconcetti per dare vita a un nuovo paradigma scientifico basato sulla felicità.

Non mancheranno i momenti immersivi come le performance con cuffie wireless che coinvolgono gli spettatori in un’esperienza fatta di gesti, sguardi e domande verso la relazione del possibile.

 

BAMBINI. Per i più piccoli un’area bimbi dedicata con tantissime attività dai momenti ludici con i clown alla lettura condivisa, ai laboratori di creatività, corsi di gentilezza, e lezioni di Yoga.