La decisione del tribunale

Vicenza Calcio
È fallimento
ma si va avanti

Ufficiale la nomina di Nerio De Bortoli come curatore
Il curatore fallimentare De Bortoli all'uscita dal tribunale
Il curatore fallimentare De Bortoli all'uscita dal tribunale
Vicenza Calcio, De Bortoli dopo la sentenza (GOBBO)

VICENZA. ore 16.30 Questo il commento del sindaco Achille Variati: «Questa è una giornata davvero triste per la città e per tutti coloro che amano il Lane, ma ora almeno le cose sono chiare. Con la dichiarazione di fallimento si apre una nuova pagina non semplice che avrà bisogno della generosità di tanti per salvare non solo una società, non solo una squadra dalla storia centenaria, ma un pezzo dell’identità della nostra comunità. Da parte mia rimarrò ovviamente a stretto contatto con il curatore fallimentare per facilitare, nel rispetto dei ruoli, il percorso migliore per garantire alla squadra di proseguire il campionato. Penso che anche l’incontro organizzato per domani sera al teatro Astra dal Centro Coordinamento Club Biancorossi, Curva Sud e Distinti possa essere l’occasione di un utile confronto e che la grande mobilitazione, generata da sano affetto sportivo, che si sta creando attorno a questa vicenda possa tradursi in sostegno concreto»

 

ore 14.45 Dichiarato il fallimento del Vicenza Calcio. Il tribunale, come ha spiegato il presidente Rizzo, ha deciso di disporre l'esercizio provvisorio: «Da oggi l’attività della società Vicenza proseguirà e il curatore avrà il potere di portare avanti la società, con l'obiettivo tutelare i creditori in primi giocatori». 

Curatore, come previsione, è stato nominato Nerio De Bortoli. Ad affiancare De Bortoli, dovrebbe esserci anche Diego Bonavina.  

 

All'uscita dal tribunale queste le dichiarazioni di De Bortoli (IL VIDEO): «Andiamo a Teramo per vincere. Riapriamo la campagna abbonamenti e studieremo dei biglietti a prezzi speciali. Isola e il settore giovanile verranno mantenuti e preservati. Il Vicenza Calcio è un patrimonio non solo sportivo. Per finire la stagione serviranno all’incirca 3 milioni di euro». 

 

Soddisfazione da parte dell’Associazione Calciatori, come dichiarato dal direttore generale Gianni Grazioli (IL VIDEO): «Questo era il tassello che mancava, i giocatori sono pronti a ritirare i ricorsi per lo svincolo. La speranza è che ora si possa ripartire per scrivere una nuova storia ma tutti devono fare la propria parte». 

 

 

ore 11 Il tribunale in composizione collegiale è riunito in Camera di Consiglio. Una decisione, che a questo punto pare scontata, è attesa nel primo pomeriggio.  

 

ore 10.30 Si è conclusa l'udienza davanti al tribunale fallimentare in merito al crac del Vicenza Calcio. «Non posso dire nulla» ha detto all'uscita il commercialista veneziano Nerio De Bortoli (GUARDA IL VIDEO), che oggi potrebbe essere nominato curatore fallimentare godendo della possibilità di gestire il club biancorosso con l'esercizio provvisorio fino a giugno. De Bortoli, tra le righe, ha comunque manifestato un certo ottimismo su quello che potrebbe essere il futuro del Vicenza Calcio. 

 

ore 10.10 È uscito in questo momento Fabio Sanfilippo che ha dichiarato di aver fatto una sua proposta portando anche della documentazione a corredo: «Non sono ottimista, ma nemmeno pessimista, staremo a vedere». Ancora a colloquio De Bortoli e il pm Parolin.

 

ore 9.30 È iniziata l'udienza davanti al tribunale fallimentare presieduto dal giudice Limitone. Presenti tra gli altri il proprietario del Vicenza Calcio, Fabio Sanfilippo, arrivato accompagnato dalla sua professionista di riferimento Cinzia Tosini, il neo amministratore Nerio De Bortoli e il pm Parolin che ha avanzato la richiesta di fallimento.

 

ore 6 Oggi è il giorno della verità per il Vicenza calcio. Stamattina, in tribunale, è in programma l’udienza durante la quale la procura chiederà il fallimento della storica società sportiva biancorossa, sommersa dai debiti e di fatto insolvente nei confronti dei numerosi creditori, tanto che ieri per alcune ore Aim ha staccato la corrente. I giudici probabilmente accoglieranno la richiesta concedendo l’esercizio provvisorio fino alla fine di giugno all’attuale amministratore, nominato lunedì proprio dal tribunale, il commercialista veneziano Nerio De Bortoli. Dovrebbe essere lui, da curatore fallimentare, a trattare con i nuovi acquirenti che si affacceranno in via Schio.
 

Suggerimenti