Vicenza

«Ti sposerò»
Ma è una truffa
da 45mila euro

La donna accusata di truffa era già sposata
La donna accusata di truffa era già sposata
La donna accusata di truffa era già sposata
La donna accusata di truffa era già sposata

VICENZA. Un’interprete romena di 33 anni finirà a processo per difendersi dall’accusa di truffa. A denunciarla, facendo scattare le indagini, era stato un tecnico commerciale vicentino di 45 anni, il suo ex fidanzato. Quest’ultimo, dopo averla conosciuta ancora anni fa ed essersi innamorato di lei, l’aveva accolta in casa e le aveva chiesto di sposarlo. Lei aveva accettato, ma poco dopo era tornata in Romania per presunti problemi di salute della madre. Si era fatta poi mandare in varie tranches dei soldi, in totale 45 mila euro, inviando al futuro marito dei documenti anagrafici. Ma le carte sarebbero state falsificate; lei era già sposata. Quando lui l’ha scoperto lei era già svanita nel nulla.

Diego Neri

Cliccando sul tasto “Abbonati” potrai sottoscrivere un abbonamento a Il Giornale di Vicenza e navigare sul sito senza accettare i cookie di profilazione.

Se preferisci invece continuare ad avere accesso gratuito a parte dei contenuti del sito, sostenendo comunque il lavoro dei giornalisti, tecnici e grafici de Il Giornale di Vicenza, accetta i cookie di profilazione cliccando "Accetta e continua": ti verranno mostrati annunci pubblicitari in linea con i tuoi interessi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Cookie Policy.

Abbonati