CHIUDI
CHIUDI

06.11.2019

Tenta di uccidere
un immigrato
Inflitti 5 anni

La panchina dove si era accasciata la vittima. (Foto Archivio)
La panchina dove si era accasciata la vittima. (Foto Archivio)

VICENZA. Il tribunale ha condannato a 5 anni e 4 mesi di reclusione un vicentino di 26 anni, ritenuto responsabile di tentato omicidio, ma anche di evasione dagli arresti domiciliari e di resistenza a pubblico ufficiale.

Alla fine di marzo, il giovane, che era recluso in casa dopo una rapina, era uscito per inseguire un immigrato bangladese, che aveva appena conosciuto. Senza una ragione apparente, lo aveva affrontato e accoltellato, ferendolo gravemente. «Volevo ammazzarlo», dirà poi ai poliziotti.

La vittima se l’era poi cavata; in aula non ha chiesto alcun risarcimento dei danni.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1