La grande opera

Tav, si apre la discussione sul tratto est a Vicenza. Guarda l'anteprima video

Il Comune ha avviato il processo di informazione con la città per decidere il tracciato
Un frame del video che illustra come cambierà Vicenza est con l'arrivo dell'alta velocità
Un frame del video che illustra come cambierà Vicenza est con l'arrivo dell'alta velocità
Un frame del video che illustra come cambierà Vicenza est con l'arrivo dell'alta velocità
Un frame del video che illustra come cambierà Vicenza est con l'arrivo dell'alta velocità

«Prende il via un percorso di ascolto e informazione per la condivisione della progettualità del 3° lotto della Tav». Con queste parole il sindaco Francesco Rucco questa mattina ha dato il via al processo partecipativo per decidere lo sviluppo del progetto alta velocità nel comune di Vicenza (da viale Risorgimento a Settecà). Con l'occasione è stato anche diffuso il video che illustra - tramite un rendering - come verrà trasformata la parte est della città, tra il raddoppio della ferrovia e la realizzazione della nuova viabilità.

Il rendering della Tav a Vicenza est

Le due soluzioni

Per il passaggio dell’Alta Velocità sul tratto Vicenza Est, Rfi-Italferr propone per il dibattito due soluzioni. Entrambe, fa sapere il Comune, hanno lo scopo di ridurre gli impatti della nuova linea ferroviaria e di tutte le opere connesse. Le due soluzioni prestano attenzione agli edifici interferenti con il tracciato della ferrovia e al contesto urbano e socio/ambientale in cui avviene l’inserimento della linea AV-AC. La prima soluzione prevede il tracciato in trincea e la realizzazione di una galleria artificiale, la seconda soluzione, invece, un inserimento in superficie, in affiancamento alla linea esistente.