Vicenza

Sede Cgil imbrattata nella notte. Il segretario: «Ignobili e antidemocratici»

Le scritte all'ingresso della sede della Cgil di via Vaccari a Vicenza (Colorfoto)
Le scritte all'ingresso della sede della Cgil di via Vaccari a Vicenza (Colorfoto)
Imbrattata la sede del Caaf Cgil di via Vaccari

Nella notte tra martedì 21 e mercoledì 22 giugno 2022 ignoti hanno imbrattato gli ingressi della sede Caaf Cgil di Vicenza in via Vaccari con una "W" cerchiata e la scritta "sindacati nazisti". «Questa notte - afferma a caldo il segretario generale della Cgil Giampaolo Zanni - la nostra sede provinciale è stata oggetto di attacco, con scritte sulla porta d'ingresso. Ma non passeranno. Le riteniamo intimidazioni inaccettabili e antidemocratiche - prosegue Zanni - e non fermeranno certo la nostra attività, la nostra azione e lotta per la giustizia sociale, la pace, e per i diritti delle lavoratrici e dei lavoratori».

Appreso che nella notte la sede della Cgil di via Vaccari è stata imbrattata, il sindaco Francesco Rucco ha dichiarato: «L'amministrazione comunale condanna con fermezza un gesto ignobile e meschino, compiuto con il favore delle tenebre da anonimi vigliacchi. Imbrattare con simili parole deliranti la storica sede della Cgil vuol dire andare contro l'intero mondo dei lavoratori che, oggi più che mai, ha bisogno di essere sostenuto e tutelato». Numerosi gli attestati di solidarietà giunti da più parti politiche e istituzionali alla Cgil di Vicenza.