Vicenza

Riaprono i musei, ma luci ancora spente nella Basilica palladiana

I Musei civici di Vicenza riaprono giovedì 4 febbraio. La visita sarà possibile con i consueti orari nelle giornate di giovedì e venerdì.

«I nostri musei potranno riaprire al pubblico durante la settimana, ad esclusione del week-end, poiché il Veneto rientra nella fascia gialla di rischio - spiega l'assessore alla cultura Simona Siotto - . Abbiamo ritenuto, pertanto di prevedere una riapertura graduale. Riteniamo indispensabile, infatti, rivolgere una particolare attenzione ai costi di gestione dei nostri spazi museali consapevoli che non potranno esservi fin da subito grandi affluenze. Inizieremo, infatti con due giorni alla settimana, il giovedì e il venerdì, durante i quali si potranno visitare tutti i musei ad esclusione della Basilica palladiana che contiamo di riaprire la settimana prossima. Dopo le prime due settimane, quindi nell'ultima di febbraio, prevediamo anche di aggiungere una giornata ulteriore, per tutte le nostre sedi.  Ovviamente il tutto dipenderà dalla permanenza o meno del Veneto in fascia gialla. Naturalmente ci auguriamo che tutto possa andare per il meglio perchè desideriamo dare, ai cittadini e a quanti raggiungeranno Vicenza, l'opportunità di conoscere le nostre bellezze, i nostri monumenti e le opere d'arte in essi conservate, che possono dare un po' di sollievo all'anima in questi tempi così difficili».

Si potranno visitare, il giovedì e venerdì, dalle 9 alle 17 (ultimo ingresso 16.30) il Teatro Olimpico, il Museo civico di Palazzo Chiericati, il Museo Naturalistico Archeologico, la Chiesa di Santa Corona (ingresso con biglietto).

Il Museo del Risorgimento e della Resistenza è aperto invece dalle 9 alle 13 e dalle 14.15 alle 17 (ultima entrata 16.30) e l'ingresso è gratuito.

Al Teatro Olimpico sarà possibile assistere allo spettacolo gratuito Pop-Palladio Olimpico Project "Son et Lumière", nei giorni di giovedì e venerdì alle 9.30, 10.30, 11.30, 14.30, 15.30, 16.30, ideato da Alessandro Baricco e realizzato dalla Scuola Holden. Lo spettacolo durerà una decina di minuti (l'ingresso al Teatro è a pagamento).

I biglietti si potranno acquistare allo Iat di piazza Matteotti aperto tutti i giorni dalle 9 alle 13 e dalle 13.30 alle 17.30, a disposizione anche per informazioni e accoglienza turistica, non solo per il circuito museale cittadino, ma anche per i principali siti di interesse culturale e turistico quali ville, palazzi e mostre.

È disponibile anche il servizio di didattica ai Musei civici di Vicenza a cura di Scatola Cultura, società cooperativa sociale onlus, che offre un programma molto articolato, con numerose tipologie di percorsi didattici per le varie fasce d’età, dalla scuola materna alla secondaria di secondo grado. 

È prevista anche l'apertura degli altri musei del circuito.

Le Gallerie d'Italia - Palazzo Leoni Montanari saranno aperte da giovedì 4 febbraio, dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 18 (ultimo ingresso alle 17:30). La mostra "FUTURO. Arte e società dagli anni Sessanta a domani" è stata prorogata fino al 27 giugno 2021. L’esposizione curata da Luca Beatrice e Walter Guadagnini apre una riflessione sul concetto di ‘futuro’ attraverso le visioni dell’arte, dagli anni ’60 fino al cambio di un secolo e di millennio, attesi con grandi aspettative e alcune paure. In mostra fra le altre opere, Boccioni, Depero, Fontana, Boetti, Hirst, Vasarely, Warhol, Lichtenstein, Rauschenberg, Rotella, Schifano. L’ingresso alle Gallerie comprende – accanto alla mostra – la collezione del Settecento Veneto e una selezione delle preziose ceramiche attiche e magnogreche in dialogo con gli apparati decorativi del Palazzo.
 

Il Museo Diocesano apre da martedì a venerdì dalle 14 alle 18 con biglietto ridotto (3,50 euro). Dalla prossima settimana sarà aperto da lunedì a venerdì dalle 14 alle 18 con biglietto intero.

Il Palladio Museum è chiuso al pubblico, ma si sta organizzando per aprire a breve su prenotazione, mentre proseguono i progetti didattici con le scuole.

Il Criptoportico Romano sarà aperto giovedì e venerdì dalle 10 alle 12 con ingresso gratuito e offerta libera.

L'Area Archeologica della Cattedrale sarà aperta il giovedì e il venerdì dalle 10 alle 12 su prenotazione con ingresso ridotto (3,50 euro) in accordo con la Soprintendenza di Verona.

Riaprono anche le sedi che rientrano nel progetto Tiepolo250. Per tutto il 2021 sarà possibile conoscere uno dei più grandi pittori del Settecento veneziano, Giambattista Tiepolo, attraverso le tante opere custodite nelle ville e nei palazzi vicentini.

Palazzo Chiericati: giovedì e venerdì dalle 9 alle 17 (ultimo ingresso 16.30)

Villa Cordellina Lombardi: da martedì a venerdì dalle 9 alle 13, mercoledì e giovedì anche il pomeriggio dalle 15 alle 18. Nei giorni di chiusura è possibile la visita su prenotazione per gruppi con più di 15 persone.

Villa Valmarana ai Nani: dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 16.

Villa Zileri: giovedì dalle 9 alle 17, venerdì dalle 9 alle 12.30

Palladio Museum: chiuso al pubblico, ma si sta organizzando per aprire a breve su prenotazione, mentre proseguono i progetti didattici con le scuole.