CHIUDI
CHIUDI

22.09.2019

«Rate da usura
per lo yacht»
Vince la battaglia

Un modello come quello al centro della vicenda. ARCHIVIO
Un modello come quello al centro della vicenda. ARCHIVIO

VICENZA. Un vicentino di 62 anni era finito a processo per rispondere di appropriazione indebita. Era accusato di essersi tenuto un lussuoso yacht, che aveva portato in Croazia dopo averlo preso in leasing e di non aver pagato più le rate pattuite. Lui si è difeso spiegando che l’imbarcazione era sempre stata ormeggiata in Croazia; e che aveva smesso di pagare le rate dopo aver avviato un contenzioso civile con la società di leasing in cui ha sostenuto che gli interessi erano a tasso d’usura. La barca è stata sequestrata due volte, l’ultima a suo favore. 
 

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1