CHIUDI
CHIUDI

17.09.2020

Piazza Matteotti
Intervento per grossa
perdita d'acqua

L'intervento di Viacqua in piazza Matteotti. FOTO ZORZAN
L'intervento di Viacqua in piazza Matteotti. FOTO ZORZAN

Una grossa perdita conseguente alla rottura di un tratto di condotta dell'acquedotto, risalente al 1896, sta interessando in queste ore Piazza Matteotti a Vicenza.

 

«Nel corso della nottata di ieri - spiega Viacqua in una nota - il centro controllo reti di Aim segnalava un surplus di produzione anomalo nell'area, facendo scattare subito le squadre di intervento che si sono messe a cercare quella che a tutti gli effetti sembrava una grossa perdita. L'assenza di evidenti segni della falla in superficie ha reso più difficili le operazioni di individuazione. A destare sospetti c'era poi un abbondante tracimazione dello scolmatore fognario in contra' Barche. Attorno alle 13 di oggi i tecnici hanno individuato finalmente la perdita, stimata in almeno 100 l/s. L'acqua, anziché risalire in superficie, si è infiltrata nella rete fognaria causando il conseguente aumento dei livelli dei reflui».

 

Le operazioni di scavo stanno tutt'ora proseguendo e con buona probabilità andranno avanti fino a notte, per riprendere poi domani, venerdì 18 settembre. La condotta danneggiata è infatti parte di una rete piuttosto concentrata che serve diverse attività e residenze dell'area intorno a Piazza Matteotti, oltre ai siti museali presenti.

 

«Ringrazio i nostri tecnici per il pronto e professionale intervento - è il commento del Presidente di Viacqua, Angelo Guzzo - che ha permesso di ridurre al minimo una grossa falla nella rete, che tuttavia ha retto bene impedendo l'interruzione completa della fornitura. Stiamo intervenendo nei tempi più rapidi per ridurre al minimo gli inevitabili disagi alla circolazione e alle utenze a cui è stato necessario interrompere l'erogazione di acqua in alcuni momenti. L'impegno di Viacqua nel costante intervento di manutenzione e sostituzione delle reti serve anche a ridurre al minimo queste situazioni, soprattutto in quelle zone dove ancora i sottoservizi possono contare su reti vetuste e fragili»

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1