Vicenza

Pestato dal branco all’uscita da scuola. Un 17enne in ospedale

I frame del filmato del pestaggio subito dallo studente dell’istituto San Gaetano in via Mora
I frame del filmato del pestaggio subito dallo studente dell’istituto San Gaetano in via Mora
Vicenza pestaggio studente

Difende un amico da un bullo e viene massacrato di botte dal branco all’uscita da scuola. È la disavventura capitata a uno studente 17enne che frequenta l’istituto San Gaetano in via Mora. «Certe cose non dovrebbero mai accadere», ha commentato il padre del ragazzo che ha sporto denuncia ai carabinieri e consegnato loro una copia del filmato del pestaggio finito immediatamente sui social network. Il malcapitato è stato trasportato in ambulanza al pronto soccorso con il viso tumefatto, traumi su tutto il corpo e una ferita alla testa. È rimasto in osservazione per diverse ore e poi dimesso con una prognosi iniziale di alcuni giorni.

La violenta aggressione è avvenuta venerdì scorso, al termine delle lezioni. Come si vede nel filmato girato da uno studente, il malcapitato viene assalito da due coetanei. Lui tenta di difendersi, ma ha la peggio perché altri bulli si uniscono al pestaggio. In cinque-sei lo prendono a pugni e calci, facendolo finire a terra. Dopodiché il branco si allontana prima dell’intervento della polizia locale, avvisata da un genitore. A quel punto lo studente 17enne, che abita a Montecchio, viene soccorso da un’ambulanza del Suem e trasportato al San Bortolo per accertamenti.

«La dinamica è chiara. È quella che si vede nel filmato - racconta il padre della vittima -. Il giorno prima, mio figlio aveva avuto un diverbio in pullman con uno di questi ragazzi che attacca sempre un suo amico e lui si era messo in mezzo per chiedere che fosse lasciato in pace. Poi, venerdì, nell’intervallo è andato al bar della scuola per prendere una bottiglia d’acqua e gli hanno detto di stare attento perché la vicenda non sarebbe finita lì. Mio figlio non pensava che fosse vero e non si è spaventato. Quando è uscito da scuola, però, lo hanno avvicinato prima in due e poi lo hanno accerchiato e menato. Tra avere un diverbio e passare a un pestaggio c’è una bella differenza. È una cosa ben più grave. Non è normale un comportamento così». 

 

Usciti dall’ospedale, padre e figlio sono andati dai carabinieri di Montecchio Maggiore per sporgere la denuncia che è stata girata ai colleghi del capoluogo. Il video potrebbe consentire ai militari di risalire ai responsabili. «Ha male dappertutto perché le botte escono il giorno dopo - prosegue il padre del ragazzo -. Ieri è rimasto a letto tutto il giorno, ma poteva andare anche peggio. Mio figlio ha un fisico massiccio. Se capitava a un ragazzo più mingherlino, come finiva? Lo sfasciavano di botte? Domani (oggi per chi legge, ndr) non va a scuola. Lo tengo a casa perché devono passargli le botte. Mi auguro che non abbia paura di tornare a scuola. Lo porteremo noi alla mattina e andremo a riprenderlo al pomeriggio per evitare altre sorprese ed essere sicuri che non succeda più. Ora sei sempre con la paura». 

 

Valentino Gonzato