Il ricordo degli amici

A Monte Berico palloncini per Chelsea dopo il tragico incidente

Chelsea Morsoletto sarà ricordata stasera dagli amici vicentini
Chelsea Morsoletto sarà ricordata stasera dagli amici vicentini
Chelsea Morsoletto sarà ricordata stasera dagli amici vicentini
Chelsea Morsoletto sarà ricordata stasera dagli amici vicentini

Tantissimi palloncini colorati sopra il cielo di Vicenza per ricordare Chelsea Morsoletto, la ventenne che giovedì mattina ha perso la vita a Bolzano Vicentino nel violento frontale tra la sua auto ed un camion. Saranno lanciati questa sera alle 20.30 a Monte Berico, dal piazzale del santuario mariano che è anche punto di ritrovo di molti giovani. L'iniziativa è partita dalle amiche e dalle cugine di Chelsea per ritrovarsi e ricordare «l'amica, la cugina, la sorella, la collega, la studentessa» che ha lasciato tutti nel più profondo dolore. Tanti colori in aria, come i colori dell'animo della ragazza, solare, genuino e vivace. «Niente bianco né nero, solo colori di vita, perché la presenza di Chelsea resterà viva per sempre in chiunque l'ha incontrata». E vogliono testimoniarlo più forte che mai stasera, nell'attesa del funerale per cui ancora non è stato possibile stabilire una data, perché la salma della ragazza è a disposizione del magistrato che, quasi sicuramente, disporrà l'autopsia. Soltanto in seguito sarà possibile procedere con le esequie.

Intanto si moltiplicano le testimonianze di affetto e vicinanza verso i familiari, la mamma Josephine e le sorelline che vivono a Grantorto ed il papà Matteo con il fratellino che vivono a Gazzo, dove Chelsea ha abitato ed è cresciuta fino alla separazione dei genitori. Ora viveva prevalentemente a Milano dove studiava all'Università nel settore della moda e comunicazione. Era tornata a casa un paio di settimane, sarebbe stata fra Gazzo, Grantorto e Vicenza, dove aveva molte amiche essendosi anche diplomata al liceo scientifico Quadri. Aveva dormito da una di loro mercoledì sera e al mattino stava tornando dalla mamma alla guida della sua Nissan Micra, quando verso le 8.20 è avvenuta la disgrazia. Sopra il cavalcavia di Lisiera la giovane ha perso il controllo del mezzo ed ha invaso la corsia opposta scontrandosi frontalmente contro ad un camion che dall'impatto è finito contro il guardrail della corsia opposta, coinvolgendo anche un tir ed un'altra vettura. Illesi tutti i conducenti, ma per Chelsea non c'è stato nulla da fare: è praticamente morta sul colpo.

Leggi anche
Morta a vent'anni nello schianto contro un camion. La famiglia anni fa colpita da un'altra tragedia

Enorme il cordoglio di quanti al conoscevano. Fra tutti, la commozione dell'amico Riccardo Aldighieri, influencer di Gazzo da 4 milioni di follower, che ieri ha pubblicato su Instagram i più bei ricordi assieme. «Chelsea era speciale, sono molto scosso e stento ancora a crederci», confessa l'influencer che si definisce un "disabile trap" e trasmette ogni giorno messaggi positivi ai giovani. «Era una appassionata di editoria della moda, stava aprendo un suo magazine - ha ricordato Aldighieri - Fare la giornalista della moda era il suo sogno più grande. Ci eravamo visti sabato ed avevamo avuto anche una brutta discussione e questo mi sta soffocando. La cosa strana è che dopotutto ci siamo salutati con due baci sulla guancia come facevamo sempre. Come se i nostri inconsci sapessero che sarebbe stata l'ultima volta. Ora non ci sei più e spero che il mio messaggio arrivi dove sei tu: ti ho voluto bene angioletto mio, spero che mi perdonerai».

 

Paola Pilotto