Una trentina i vicentini

"Pacchetto Serbia" da 500 euro: hotel, guida e scegli anche il vaccino anti-Covid che preferisci

L'agenzia viaggi che aiuta gli italiani a vaccinarsi in Serbia

Destinazione vaccino. Quello che - almeno per chi è riuscito ad accaparrarsi l’appuntamento prima che la finestra governativa si richiudesse - anche un piccolo gruppo di vicentini si prepara a ricevere in Serbia. Merito di speciali pacchetti studiati dalle agenzie di viaggio: quattro giorni nella capitale Belgrado o in altre località, pernottamento in hotel, accompagnatore-interprete per tutta la durata del soggiorno e, ovviamente, inoculazione del siero (con la possibilità di indicare la preferenza sul vaccino che si vuole ricevere). Il tutto al costo di 500 euro, escluso il volo (ma si può andare anche in auto), che si aggira sui 3-400 euro. 

Con meno di mille euro dunque, è possibile farsi una vacanzina nei Balcani, visitare paesaggi e monumenti e tornare in Italia immunizzati. Un’opzione che, in un momento in cui la fame di dosi è alle stelle - tra ritardi nelle consegne, stop&go ad AstraZeneca e gli ultimi dubbi sollevati ora anche sul siero Johnson&Johnson - sta facendo gola a molti. Compresa la “comitiva” berica (una trentina le richieste arrivate a un'agenzia turistica di Vicenza) che ha deciso di approfittare di questa inedita forma di turismo vaccinale, consentita dal governo serbo per la verità già da gennaio.

Giulia Armeni

Suggerimenti