Vicenza

Abuso di alcolici e botte da orbi, in centro torna la "malamovida". Il video della rissa

Gli agenti sono dovuti intervenire d’urgenza in contra’ Pescherie Vecchie dove era scoppiata una rissa tra gruppi di giovani.
Le telecamere installate in zona e alcuni residenti hanno ripreso la rissa in contra’ Pescherie Vecchie
Le telecamere installate in zona e alcuni residenti hanno ripreso la rissa in contra’ Pescherie Vecchie
Vicenza, rissa in contra' Pescherie Vecchie

L’alcol che scorre a fiumi e le botte da orbi tra ubriachi. Un dejà-vu del quale avrebbero fatto volentieri a meno residenti e commercianti della zona. In contra’ Pescherie Vecchie, a Vicenza, torna la “malamovida”. L’altra notte alcuni gruppi di giovani e giovanissimi, su di giri per aver alzato troppo il gomito, hanno dato vita a una serie di risse che hanno svegliato di soprassalto chi abita in quello spicchio di centro storico. Immediate le segnalazioni al centralino della questura, che ha inviato le proprie pattuglie. Alla vista dei lampeggianti delle volanti i più facinorosi sono subito scappati, ma i poliziotti hanno a disposizione testimonianze e, soprattutto, numerosi filmati per risalire ai partecipanti alle zuffe. Il questore Paolo Sartori attende l’esito degli accertamenti, ma ha già annunciato il pugno di ferro.

La rissa filmata dai residenti

Secondo quanto è stato possibile ricostruire, in primis grazie ai video che hanno iniziato a circolare in rete e sulle chat poche ore dopo i disordini, a prendersi a botte sarebbero stati due gruppi distinti composti da vicentini e soldati statunitensi di stanza in città. A innescare la miccia, come già accaduto spesso in passato, sarebbe stato il consumo eccessivo di alcol che ha surriscaldato gli animi. A quel punto, i più esagitati hanno cominciato a picchiarsi per futili motivi. Tra loro c’erano anche alcune ragazze. Una in particolare, come si nota in un filmato girato con uno smartphone da un residente, era talmente su di giri che ci sono voluti due ragazzi per portarla via dalla mischia e farla desistere dai suoi intenti bellicosi.

Le chiamate al 113

Le linee della centrale operativa della questura sono diventate incandescenti poco prima delle 3. In una manciata di minuti due pattuglie delle volanti sono intervenute in contra’ Pescherie Vecchie, dove è stato un fuggi fuggi generale. Gli agenti hanno identificato chi era rimasto in zona, ma nessuno di loro sarebbe stato coinvolto nelle risse. Dopodiché un equipaggio della questura si sarebbe inoltre recato al pronto soccorso dell’ospedale per verificare se qualche giovane fosse andato a farsi medicare. Al San Bortolo, però, non si sarebbe presentato nessuno. 

Le verifiche della questura: provvedimenti in arrivo

Poco male. Quello spicchio di centro storico è tra i più sorvegliati dalle telecamere. Senza contare che più di un residente ha ripreso con il cellulare ciò che era successo. Per tutta la giornata di ieri i poliziotti hanno raccolto numerose registrazioni e testimonianze, che consentiranno loro di chiudere il cerchio in tempi brevi. «La situazione che si è riproposta non verrà trascurata - ha affermato il questore Sartori -. Stiamo verificando quanto è accaduto. Il fatto che non sia la prima volta che accade rende la situazione delicata. Attendo l’esito degli accertamenti per capire quali provvedimenti adottare».  

Valentino Gonzato