CHIUDI
CHIUDI

02.02.2019

Baita in tribunale
Gli Alpini fanno
causa al Comune

MONTEVIALE. «Noi chiediamo il rispetto delle precedenti delibere comunali che ci assegnano la baita alpina in gestione per 50 anni. Non abbiamo mai messo in dubbio che la proprietà sia del Comune». Le penne nere di Monteviale ribadiscono la loro posizione sulla questione della casa degli alpini, oggetto del contendere con l’Amministrazione comunale già dallo scorso anno. E lo hanno spiegato anche ieri ricevuti in delegazione dal Prefetto di Vicenza Umberto Guidato con il presidente della sezione Ana di Vicenza Luciano Cherobin.

 

«Ci ha ascoltati e lo ringraziamo per la disponibilità nel cercare un punto di incontro con il Comune» precisa Cherobin. Prefetto che ha assicurato si attiverà per quanto di propria competenza. Intanto il 14 febbraio in tribunale ci sarà l’udienza civile «per l’accertamento del rapporto di comodato - spiega l’avv. Luciano Guerrini, studio Guerrini Troiani di Verona, legale degli alpini – e poi attendiamo il Tar per il ricorso sulla delibera in merito al nuovo regolamento comunale».

 

«Mi auguro di poter essere sentita dal Prefetto per illustrare l’operato del Comune – replica il sindaco Elisa Santucci – noi non abbiamo cacciato gli alpini, ma si tratta semplicemente di regolarizzare un rapporto di uso della struttura che ad oggi non c’è. Trovo fuori luogo l’atteggiamento e i contenuti intimidatori delle lettere del legale». 

Luisa Nicoli
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1