Vicenza

Madonna decapitata, un 31enne denunciato: si indaga per terrorismo

L'autore dello sfregio a Marghera fermato a Vicenza
La statua della Madonna "decapitata" a Marghera
La statua della Madonna "decapitata" a Marghera

È stato fermato in stazione a Vicenza poche ore dopo aver decapitato una statua della Madonna a Marghera. I poliziotti hanno scoperto che, nonostante un titolo di viaggio per rifugiati rilasciato dal Belgio, il palestinese di 31 anni denunciato dalla questura di Venezia l’altra notte per «offese a una confessione religiosa tramite danneggiamento di cose», non ha il permesso di soggiorno. A quel punto è scattata la procedura per espellerlo dall’Italia. In considerazione del reato che lo straniero aveva commesso a Marghera, gli investigatori della questura vicentina hanno inoltre avviato un’indagine per terrorismo.

 

L' EPISODIO

La statua della Madonna di Piazzale Giovannacci a Marghera era stata oggetto, nella notte di mercoledì, di un atto vandalico da parte di un uomo, poi identificato, che ha "decapitato" la testa e mozzate le mani del monumento. Gli agenti delle Volanti della Questura, in base alla descrizione di un residente che aveva assistito alla scena, hanno consentito di individuare il presunto danneggiatore, un cittadino palestinese di 31 anni, poi fermato a Vicenza, in stazione.

 

 

Valentino Gonzato
# Sposta il focus sul parent