CHIUDI
CHIUDI

24.11.2016

Lite tra fidanzati
Vola di tutto
I due all'ospedale

La coppia è stata portata al pronto soccorso in ambulanza. ARCHIVIO
La coppia è stata portata al pronto soccorso in ambulanza. ARCHIVIO

VICENZA. Come nel film “La guerra dei Roses” con Michael Douglas e Kathleen Turner. Ieri sera, due vicentini se le sono date di santa ragione e si sono lanciati contro qualsiasi oggetto che capitava a portata di mano durante una violenta discussione scoppiata in un appartamento del palazzo al civico 14 di via Albinoni, a San Lazzaro. Per riportare la calma è stato necessario l’intervento della polizia e dei carabinieri. Dopodiché, il Suem ha trasportato entrambi i contendenti in ospedale.

Secondo la prima ricostruzione degli agenti, i protagonisti della movimentata vicenda sono Stefano Adami, 51 anni, e Sonia Nebea, di 46, entrambi residenti in città e già noti alle cronache per fatti simili. La coppia avrebbe cominciato a litigare poco dopo le 20, a quanto pare per questioni sentimentali. A quel punto, all’interno dell’abitazione si è scatenato l’inferno. I due conviventi si sarebbero messi le mani addosso, colpendosi ripetutamente con pugni e calci. E poi tra le quattro mura di quell’appartamento è “volato” di tutto: dai piatti ai bicchieri, dai quadri ai vasi ai soprammobili. Uno di questi oggetti avrebbe ferito alla testa l’uomo, provocandogli un taglio dal quale è subito iniziato a sgorgare sangue.

La zuffa è andata avanti fino a quando, verso le 20.40, un vicino di casa che aveva sentito il trambusto provocato dai due fidanzati ha preso il telefono per dare l’allarme alle forze dell’ordine. Pochi minuti dopo, una volante della questura e una pattuglia del radiomobile dei carabinieri sono arrivate in via Albinoni. Agenti e militari hanno spento i bollenti spiriti e contattato la centrale operativa del 118 per chiedere l’intervento delle ambulanze.

Adami e Nebea, forse perché alterati dai fumi dell’alcol, hanno fornito versioni alquanto confuse dei fatti ed entrambi hanno scaricato addosso all’altro la colpa di quello che era successo. Alla fine, tutti e due sono stati trasportati al pronto soccorso del San Bortolo: lui con un codice di media gravità per il taglio alla testa; lei perché lamentava un problema respiratorio di poco conto.

Prima di andare in ospedale, sia l’uomo che la donna hanno tenuto a informare i poliziotti che sporgeranno querela nei confronti del partner. Anche se cambiassero idea, la questura non esclude di poter procedere d’ufficio, una volta fatta piena luce sull’accaduto. Che, fortunatamente, non ha avuto il tragico epilogo della celebre pellicola cinematografica.

Valentino Gonzato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1