CHIUDI
CHIUDI

20.02.2020 Tags: Vicenza , Vicentino , Insegnanti elementari , Tempo determinato

Licenziati
mille insegnanti
diplomati

Una protesta degli insegnanti (Archivio)
Una protesta degli insegnanti (Archivio)

I licenziamenti sono già esecutivi. Sono oltre mille gli insegnanti elementari vicentini che si ritrovano in questi giorni con un contratto che non ha più valore, e un’assunzione che da tempo indeterminato diventa improvvisamente a termine. 
Una doccia fredda che se da un lato era annunciata da tempo, dall’altro spiazza e getta nello sconforto centinaia di docenti che lavorano da anni nelle scuole del Vicentino e che dovranno fare i conti con una sentenza della Corte di cassazione che stabilisce che il solo diploma magistrale conseguito entro il 2012 non è più sufficiente per entrare in classe, e nemmeno per entrare nelle Gae, le graduatorie ad esaurimento. 
È l’ultimo atto di una vicenda infinita segnata da sentenze pronunciate e ribaltate da continui ricorsi e lasciata decantare dalla politica che, a parte qualche uscita estemporanea da parte di alcuni esponenti, di fatto non si è mai pronunciata in modo definitivo. «Ora man mano che le sentenze arrivano - fa notare Carmelo Cassalia, segretario provinciale della Cgil scuola - i contratti vengono trasformati da tempo indeterminato a tempo determinato con scadenza al 30 giugno». In altre parole se ne vanno in fumo stabilità e anni di insegnamento, sostituiti da precarietà e prospettive di supplenze continue. 

 

Anna Madron
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1