Sul sito GdV

Le parole che possono curare e la relazione con gli altri: doppio appuntamento streaming

Il video non può essere visualizzato in quanto non è stata accettata la cookie policy.
Streaming Fondazione Zoé - 17 ottobre ore 17.00

Due gli appuntamenti di sabato 17 ottobre, trasmessi in diretta streaming sul sito del GdV, con la rassegna “Gli orizzonti della salute. Tra emozioni e relazioni del vivere contemporaneo”, organizzata dalla Fondazione Zoé in collaborazione con Il Giornale di Vicenza.

 

L’ospite dell’incontro in programma alle 11 è Sandro Spinsanti, laureato in teologia morale e psicologia, con formazione psicoterapeutica, docente universitario di etica medica e di bioetica. “Prima, durante e dopo la pandemia: la cura con parole oneste” è il titolo del suo intervento: l’emergenza della pandemia sembra aver spostato il centro di gravità della cura dall’high touch all’high tech. Eppure la cura è intrinsecamente costituita da farmaci e parole. E affinché possano curare, le parole devono essere oneste. Quali sono le parole da evitare e quali da privilegiare nella medicina che vorremmo? 

 

Sandro Spinsanti anticipa alcuni argomenti del suo intervento nell’intervista pubblicata oggi sull’edizione cartacea del Giornale di Vicenza.
 

Alle 17 interverrà Pino Varchetta, psicologo dell’organizzazione di formazione psico-socioanalitica, sul tema “Riconoscimento e conoscenza nella relazione con l’altro”. La specificità distintiva del comportamento umano consiste nella disposizione ad assumere il punto di vista dell’altro. Mai come quest’anno abbiamo assistito, di persona o attraverso i media, ad una generale condizione di dolore, di paura, di incertezza. Quanto abbiamo saputo – o voluto – esercitare questa nostra peculiarità?