CHIUDI
CHIUDI

10.09.2019

La terra dagli Usa
per far “nascere”
il figlio in Texas

Tony Traconis e i piedi di Charles Joseph sulla terra che il padre si è fatto spedire dal Texas
Tony Traconis e i piedi di Charles Joseph sulla terra che il padre si è fatto spedire dal Texas

VICENZA. Il soldato Tony Traconis, paracadutista statunitense di stanza alla caserma Del Din, ha portato a termine la propria missione. O meglio, ha realizzato il proprio sogno. Desiderava che il suo primogenito nascesse su suolo texano. E così, si è fatto spedire in Italia un po’ della terra del giardino di casa e l’ha nascosta sotto il letto dell’ospedale San Bortolo dove ha partorito la moglie Sarah. Ma il parà, 27 anni venerdì prossimo, è andato oltre: ha pure fatto muovere i primi passi al piccolo Charles Joseph sulla stessa terra importata dagli Usa appoggiata sopra la bandiera del Texas. A raccontare la vicenda è stato lo stesso neo papà sul proprio profilo Twitter.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1