CHIUDI
CHIUDI

18.10.2019 Tags: Vicenza , Canal , Nicola Canal , influencer , Panificatori , Confartigianato , pane , video

L'influencer buono come il... pane
Canal e il video per Confartigianato

È stato scelto "Canal" come protagonista del video realizzato dai Panificatori di Confartigianato Imprese Vicenza per promuovere e rilanciare il pane artigianale anche a un pubblico più giovane. In modo ironico e diretto l’influencer trevigiano ha così vestito i panni di un panificatore per mostrare come viene realizzato il pane e come vive un artigiano del settore (con tanto di alzata alle 3). Il video (GUARDA), realizzato con il contributo di EBAV, l’Ente Bilaterale dell’Artigianato Veneto, in poche ore ha superato le 150 mila visualizzazioni sui vari canali social.

 

«Quanto verità in pochi minuti di video», è uno dei commenti. Che sia per quel profumo che sprigiona, per l’indubbia bontà, perché è una di quelle cose che contraddistingue la cucina italiana, il pubblico ha ribadito ed evidenziato perché preferisce un buon pezzo di pane fresco ad altre proposte commerciali. Non manca nemmeno la voce di altri fornai orgogliosi del proprio lavoro. «I temi che con questo video vogliamo rilanciare - afferma Ruggero Garlani presidente dei panificatori artigiani vicentini - sono legati al panificio quale luogo d'incontro tra le persone, e dove comperare prodotti genuini fatti come una volta. Penso, infatti, non ci sia un prodotto così antico e tradizionale come il pane: tutti noi abbiamo ricordi legati al pane e al forno vicino a casa».

 

Si può immaginare la sorpresa di chi qualche giorno fa si è recato in panificio e si è trovato davanti Canal con la battuta pronta e disponibile a scattare qualche selfie. L’influencer poi ha fatto, sempre nei panni di un panificatore, un giretto in città dispensando pane e invitando tutti a scegliere i prodotti del forno più vicino a casa. Anche in questo caso Canal non ha lesinato battute e scherzi con i passanti incrociando anche alcuni dei suoi, increduli ed entusiasti, follower.

 

Il pane artigianale però non è solo buono è un alimento salutare (come spiega Canal in un simpatico quiz ai clienti che si recano al suo panificio) e per nulla calorico, nonostante questa sia un'opinione diffusa. Un etto di pane bianco apporta soltanto circa 250 kilocalorie, pochissime rispetto alla stessa quantità̀ di cioccolato al latte (550kcal/100 g), o di patate fritte (400 kcal/100 g), oppure un croissant (430 kcal/100 g). Le ragioni delle poche calorie del pane sono semplicissime: è un alimento composto di acqua per un terzo del suo peso, contiene pochissimi grassi (circa 1%). Il pane è una merenda perfetta per uno studente (grande e piccolo) perché contiene pochi zuccheri semplici. Se si mangiano prodotti troppo zuccherati l'energia non è liberata in modo graduale durante la mattina, il che si traduce in una perdita di attenzione e aumento di stanchezza a fine mattinata. Numerosi studi hanno invece messo in evidenza che i ragazzi che hanno fatto colazione con il pane hanno, a parità di calorie, meno fame di chi ha consumato fiocchi di mais. Il pane a colazione permette quindi di essere veramente “in forma” e concentrati per tutta la durata della prima giornata. Tutte notizie che Canal ha "trasformato" in un quiz improvvisato a risposta multipla sottoposto a divertiti clienti che (magari con un aiutino) si sono aggiudicati un sacchetto di pane quale premio.

 

«Abbiamo individuato in Canal la persona che veramente faceva al caso nostro - spiega Garlani - perché è particolarmente conosciuto nella nostra regione e ha una grande empatia e capacità di parlare al pubblico in modo divertente e moderno». Ecco, quindi Nicola Canal che prova a fare il pane di notte insieme a un fornaio artigiano, eccolo che vende il pane ai clienti più affezionati e anche a quelli che capitano in negozio per caso. Ecco Canal che gira per il centro di Vicenza raccomandando di andare a comprare il pane nel forno vicino a casa. «Canal con un sorriso riesce a far passare i messaggi cui noi tenevano particolarmente - conclude Garlani -. Niente di meglio per noi fornai che… sotto sotto …siamo dei burloni proprio come lui!».

Correlati

Articoli da leggere

Puoi leggere anche

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1