CHIUDI
CHIUDI

18.04.2019

L’agente ferito:
«Accerchiato
Attimi di paura»

L'agente aggredito a Campo Marzo
L'agente aggredito a Campo Marzo

VICENZA. Roberto Medolago, 34 anni, vigile in servizio alla polizia locale da sette, martedì sera è stato aggredito e morso a un dito da Cletus Solomon, giovane nigeriano di 21 anni, che Medolago, assieme al collega di pattuglia Massimiliano Firriolo, anche lui contuso ma in modo ben più lieve, stava cercando di identificare a Campo Marzo, com’era stato richiesto dai militari dell’esercito impegnati nell’operazione Strade sicure.
In attesa che il giudice Filippo Lagrasta esamini il caso (Solomon patteggerà 8 mesi venendo subito rimesso in libertà), Medolago esce un attimo dall’aula. E cerca di tradurre in parole tutte quelle sensazioni che da martedì sera gli salgono e scendono dentro tra lo sconcerto e la paura. «Sì, ho avuto paura - ammette Medolago - soprattutto quando ho visto il dito che era praticamente staccato dalla mano. Ho temuto di perderlo. Ho temuto di avere conseguenze permanenti. Poi, invece, per fortuna, grazie allo straordinario lavoro dei medici del pronto soccorso, il dito mi è stato riattaccato».
 

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1