Vicenza

In piazza dei Signori la maxi coperta per dire no alla violenza fa il tutto esaurito

Il ricavato dell'iniziativa sarà devoluto al progetto "La Valigia di Caterina"
La maxi coperta in piazza dei Signori, a Vicenza, per dire no alla violenza sulle donne (Foto COLORFOTO)
La maxi coperta in piazza dei Signori, a Vicenza, per dire no alla violenza sulle donne (Foto COLORFOTO)
Vicenza, la maxi coperta per dire no alla violenza (COLORFOTO)

Alle 17 di ieri tutte le 2.200 coperte colorate di Viva Vittoria avevano già trovato casa e piazza dei Signori era tornata “calpestabile” nella sua interezza.  Ebbene sì, perché gli oltre 8 mila quadrati di stoffa lavorata ai ferri o all’uncinetto - di 50x50 centimetri con la firma dell’autore assemblati a quattro a quattro con il filo rosso - sono stati tutti venduti con un’offerta minima di venti euro. Il ricavato dell’iniziativa, finora di oltre 45 mila euro, sarà devoluto, tramite Donna Chiama Donna, al progetto promosso dall’assessorato alle politiche sociali “La Valigia di Caterina”, per il reperimento di fondi e servizi per affiancare le donne nel momento che segue l’affrancamento dalla spirale della violenza. 

Ancora una volta, dunque, la generosità dei vicentini si è palesata con un forte gesto corale volto a dire no, non solo alla violenza sulle donne, ma alla violenza di genere. «Intanto c’è da dire che alle 6, orario in cui abbiamo sistemato il telo per terra e iniziato il passamano per la stesura delle coperte, c’erano già decine di cittadini volontari pronti per darci una mano - racconta Carla Spessato, dell’associazione “Come un incantesimo” che in città ha promosso il progetto nazionale Viva Vittoria con il patrocinio del Comune di Vicenza, il sostegno dell’associazione Donna Chiama Donna e l’adesione della Biblioteca Bertoliana - Alle 9.30 la parte di quadrati posizionata oltre alle colonne, in piazza Biade, era già stata venduta; alle 11 eravamo arrivati a superare il campanile. Lì abbiamo iniziato a capire che forse, come ci avevano predetto dalla sede centrale di Brescia, avremmo potuto davvero vendere tutte le coperte entro la serata». 

Vicenza, la maxi coperta per dire no alla violenza (COLORFOTO)

E così è stato. «Ma la cosa meravigliosa - prosegue Carla Spessato - è che ho visto persone comprare i quadrati per fare regali di Natale, consapevoli del messaggio che avrebbero messo sotto l’albero. Molti vicentini, inoltre, hanno lasciato un’offerta ben più alta dei venti euro minimi». E c’è un altro gesto che ha riempito il cuore non solo della presidente, ma di tutte le centinaia di volontarie che da mesi si stanno occupando di questo progetto per dire un forte no alla violenza sulle donne. 

«Venerdì, durante la posa della targa alla memoria di Lidija Miljkovic, assassinata in Gogna lo scorso 8 giugno dall’ex marito, avevamo lasciato una coperta simbolica al compagno, Daniele Mondello - chiude la presidente -. Questa mattina (sabato 19 novembre, ndr), lo abbiamo visto venire in piazza dei Signori a portare il suo saluto avvolto proprio in quella coperta, come fosse una sciarpa. È stato toccante». 

L’iniziativa, poi, proseguirà anche oggi. Terminati i quadrati standard, infatti, partirà la vendita di quelle “extra-size” ma non solo: si potranno fare offerte anche per le opere d’arte presenti nella sede che l’assessorato comunale al patrimonio ha affidato alle volontarie, in contra’ del Monte 10. Inoltre alle 10.30 si svolgerà un momento istituzionale alla chiesa di San Vincenzo con i rappresentanti delle autorità, dei Comuni e delle associazioni impegnate nell’iniziativa. Non mancheranno poi i momenti di musica e intrattenimento.

Leggi anche
Oltre 2 mila coperte realizzate per Viva Vittoria contro la violenza sulle donne

Sara Marangon