CHIUDI
CHIUDI

07.12.2019 Tags: Vicenza , impiegata infedele , 50mila euro , truffa

Impiegata infedele
fa sparire i soldi
dal conto aziendale

La donna condannata a risarcire la società per la quale lavorava
La donna condannata a risarcire la società per la quale lavorava

VICENZA. Una vicentina di 53 anni, ex impiegata amministrativa e contabile di una ditta commerciale, è stata condannata a risarcire la società per la quale lavorava. Nel giro di un paio d’anni aveva fatto sparire, da responsabile dei conti correnti di cui aveva la gestione con l’home banking, circa 50 mila euro dalle casse societarie.

Era solita creare confusione con i pagamenti (fra bonifici e note di accredito) per nascondere le tracce, che sono state poi ricostruite: dirottava alcuni pagamenti dei clienti nel suo conto corrente personale.

Puoi leggere anche

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1