Vicenza

Giorno della Memoria, tutte le iniziative

Una foto d'archivio che mostra la riproduzione di una foto di Anna Frank davanti al Centro Studi a lei dedicato a Berlino
Una foto d'archivio che mostra la riproduzione di una foto di Anna Frank davanti al Centro Studi a lei dedicato a Berlino

Il 27 gennaio di ogni anno  si celebra in tutto il mondo il Giorno della Memoria: viene ricordato il 27 gennaio 1945 quando le truppe sovietiche dell'Armata Rossa arrivarono ad Auschwitz svelando al mondo l'orrore del campo di concentramento, uno dei luoghi del genocidio nazista, liberandone i pochi superstiti.

 

GLI APPUNTAMENTI IN PROGRAMMA OGGI A VICENZA

Alle 11, all'ingresso del Teatro Olimpico, il sindaco Francesco Rucco deporrà la corona d'alloro nella lapide sul muro esterno del teatro per ricordare gli ebrei deportati ad Auschwitz.
Sempre alle 11 l’Accademia Olimpica propone tre contributi attorno al tema “‘Fuori gli ebrei dall’università!’ Le leggi razziali del 1938”: Carlo Fumian, professore di Storia contemporanea e Storia globale all’Università di Padova e direttore del Centro di Ateneo per la Storia della Resistenza e dell’Età contemporanea, ricorderà la promulgazione di quelle leggi in Italia e l’espulsione degli studenti e insegnanti ebrei dalle facoltà padovane; Pompeo Volpe, docente di Patologia generale nel dipartimento di Scienze biomediche della stessa Università, parlerà della “sostituzione” degli insegnanti espulsi; infine Gaetano Thiene, presidente dell’Accademia Olimpica e professore emerito dell’Ateneo patavino, si soffermerà sulla tragica fine del medico-scienziato Tullio Terni.
A partire dalle 12 la Fondazione Teatro Comunale Città di Vicenza realizzerà un evento live sul suo sito e sui canali social: la presentazione in anteprima del docu-film “Tre Storie. La memoria tra consapevolezza e oblio” realizzato dalla Comunità Ebraica di Padova.
La Bertoliana, non potendo aprire le porte di Palazzo Cordellina, ne accende le luci e spalanca le finestre per fare risuonare dalle 16.30 alle 18.30 su contra' Riale musica tradizionale ebraica e klezmer: “La musica non dimentica. Note dal Palazzo” si propone come una narrazione sonora che da sempre unisce i popoli in un unico linguaggio di pace.
Alle 18.30, per iniziativa dell’Accademia Olimpica, conversazione attorno alla figura dell’accademico e partigiano Luigi Massignan, scomparso il 30 ottobre scorso, che si fece testimone degli orrori del campo di sterminio di Mauthausen, dove fu deportato tra il 1944 e il 1945. Ne parleranno il segretario dell’Accademia, Maria Elisa Avagnina, il vicepresidente Mariano Nardello e Chiara Volpato, accademico olimpico e professore di Psicologia Sociale all’Università di Milano-Bicocca, con testimonianze di Paolo Massignan, figlio di Luigi, e di familiari di altri deportati.
Alle 19.30 sarà trasmesso il docufilm “Transiti italiani” curato da Bertoliana, Accademia Olimpica e Istrevi, con la collaborazione delle Comunità ebraiche di Venezia e di Padova, Museo della Padova ebraica, Fondazione ex campo Fossoli, Museo Monumento al Deportato di Carpi, Fondazione Centro documentazione ebraica contemporanea di Milano, Fondazione Memoriale della Shoah di Milano onlus, Istituto regionale per la storia della Resistenza e dell'Età contemporanea nel Friuli e del Monumento della Risiera di San Sabba a Trieste .

 

LABORATORI BAMBINI. Dal 21 al 29 gennaio laboratorio bambini e ragazzi attivo nelle sedi della Biblioteca Betoliana di Vicenza col titolo “Stelle senza cielo” I bambini che non sono più tornati dai campi di concentramento sono stati definiti “Stelle senza cielo”. I bambini scaricano dal sito della biblioteca le stelle di David da tagliare, colorare nei toni del giallo, decorare. Le stelle sono da riportare in biblioteca e attaccare ad un cartellone blu cielo.


GIOVEDÌ 28 Giovedì 28 alle 18.30 viene raccontata la vicenda del calciatore vicentino Quaresima, “Un missile vicentino nel Lager.
La storia del calciatore Bruno Quaresima”, evento condiviso da Biblioteca Bertoliana e Accademia. Coordinati da Oreste Palmiero della Biblioteca Bertoliana, ne parleranno lo scrittore (“Un calcio al razzismo”, Giuntina) e giornalista di “Avvenire” Massimiliano Castellani, lo storico Emilio Franzina, presidente della Classe di Lettere e arti dell’Accademia, Gianni Grazioli e Sergio Vignoni, autori del volume “Almanacco illustrato Vicenza Calcio 1902-2018”.

 

VENERDÌ 29. Venerdì alle 10,30 “Comprendere Auschwitz e la Shoah. Un passato che illumina il presente. Frediano Sessi con Marina Cenzon, direttrice dell’Istrevi e Antonio Spinelli a cura di Istrevi, con Anpi e Avl di Vicenza.