CHIUDI
CHIUDI

18.09.2019

«Gara bellissima
Così si riscopre
il calore umano»

Sabrina Salvarese nel negozio dove lavora da una dozzina d'anni
Sabrina Salvarese nel negozio dove lavora da una dozzina d'anni

Chi ha partecipato alla prima edizione de "Il commesso dell'anno" non nasconde l'entusiasmo nel ricordare il periodo della sfida. Il via vai dei clienti a portare i tagliandi, la sorpresa per una preferenza inaspettata, le amicizie nate tra chi sta dietro al bancone e chi veste i panni dell'acquirente, le nottate a compilare a mano le schede e la trepidante attesa nel vedere la posizione del proprio nome in classifica. Tutti momenti emozionanti che per qualche mese hanno regalato sorrisi tra clienti e commessi.

 

Se lo ricorda bene la seconda classificata della prima edizione, Sabrina Salvarese, che nel 2017 totalizzò 194.870 punti. Dipendente da 12 anni del negozio "Pet shop Miolo Renato" di Vicenza, venne premiata dal direttore del GdV Luca Ancetti con una targa personalizzata. «Da allora è appesa in bella mostra nel punto vendita e ne vado davvero fiera - racconta Salvarese -. Del periodo della gara ho ricordi bellissimi: è stato emozionante perché sono riuscita a toccare con mano la fiducia dei clienti del negozio. E sono stati loro, ancora una volta, a leggere di questa seconda edizione de "I commessi dell'anno". Mi hanno già detto che mi voteranno, ma io preferisco lasciare spazio ad altri. Credo sia giusto così». Da circa un anno, inoltre, Sabrina Salvarese è diventata presidente dei commercianti della circoscrizione 6. «Proprio in questi giorni stiamo ultimando l'organizzazione di "San Felice in festa" che si svolgerà domenica 22 settembre dalle 9 alle 22 - racconta -. Corso Santi Felice e Fortunato sarà chiuso al traffico per consentire lo svolgersi della manifestazione che vedrà tutti i commercianti in strada con musica, gazebo di hobbisti, stand gastronomici e sfilate. Tornando alla sfida del Giornale di Vicenza, per me è stata una gioia immensa ricevere il premio per mano del direttore Ancetti; successivamente abbiamo festeggiato in negozio, con clienti e amici. Consiglio a tutti i colleghi e le colleghe di partecipare perché, oltre ad essere una bella esperienza personale in grado di accrescere l'autostima, è anche un buon modo per far conoscere la propria attività o il punto vendita in cui si lavora. Inoltre è bellissimo scoprire che persone di cui non avresti mai detto hanno passato ore a compilare schede con il tuo nome. Personalmente ho preso "Il commesso dell'anno" come un gioco, affrontando la classifica con allegria e gioia. Se non avessi fatto l'addetta alle vendite? Mi sarebbe piaciuto diventare infermiera».

 

E il prendersi cura delle persone, il saper ascoltare e dare consigli sono tutte caratteristiche indispensabili per vestire i panni del commesso. Non devono poi mancare la professionalità, la disponibilità, l'educazione e la simpatia. Nel votare il commesso preferito o la beniamina delle vendite i lettori del GdV dovranno dunque tenere conto anche di questi aspetti, tutt'altro che secondari.

 

IL REGOLAMENTO

La sfida per eleggere "I commessi dell'anno" è iniziata da qualche giorno, ma l'entusiasmo è già alle stelle. Moltissimi lettori, infatti, hanno deciso di aderire alla gara e di votare il proprio beniamino o la propria addetta alle vendite preferita. A breve andremo a conoscere i protagonisti della gara, li intervisteremo e cercheremo di capire perché la clientela non può fare a meno dei loro consigli. Per votare è sufficiente scrivere sul tagliando il nome della commessa o del commesso che si desidera segnalare (è valido soltanto un nominativo per ogni coupon), il punto vendita in cui lavora e dove si trova il negozio. Le schede dovranno poi essere spedite o consegnate a mano nella redazione del GdV in via Fermi 205 a Vicenza. Saranno validi solamente i coupon originali, ritagliati dalle pagine del giornale. I voti per le classifiche parziali verranno conteggiati in base ai tagliandi consegnati di settimana in settimana e le graduatorie saranno pubblicate con la medesima cadenza. Nell'esprimere la propria preferenza si dovrà tenere conto della bravura nel servire la clientela e della professionalità. Non mancheranno, a sorpresa, le schede speciali.

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1