CHIUDI
CHIUDI

15.02.2020 Tags: Vicenza , ospedale San Bortolo , furti , auto , parcheggio , un arresto

Furto con scasso
tra le auto in sosta
Arrestato un 30enne

Il parcheggio San Francesco dell'ospedale San Bortolo
Il parcheggio San Francesco dell'ospedale San Bortolo

Forzano le serrature delle auto in sosta nel posteggio interno dell'ospedale San Bortolo per rubare oggetti custoditi nelle vetture. Beccato e denunciato uno dei due ladri, con addosso una refurtiva di 3 iphone, un paio di cuffiette airpods, 195 euro e vari modelli di occhiali Ray-Ban e Persol.

La coppia - il complice è riuscito a fuggire salendo sul tettuccio delle auto e dileguandosi a Parco Querini - era stata intercettata ieri pomeriggio dai poliziotti in servizio all'ospedale e da una guardia giurata che, dopo l'escalation di furti e scassi stanno pattugliando anche l'esterno del San Bortolo.

 

Visitisi scoperti - uno dei due ladri era all'interno di una Mercedes posteggiata, il complice faceva sa palo - i due si sono dati alla fuga. Solo uno dei malviventi, però, è stato inseguito e bloccato dai poliziotti in contra' San Francesco.

 

Tornati al posteggio interno dell'ospedale, le forze dell'ordine hanno appurato che in un'altra auto, una Volkswagen Tiguan, di proprietà di un dipendente del San Bortolo, erano state forzate le serrature.

 

Qui, il ladro, un cittadino marocchino di 30 anni, Mohamed Trabelsi, clandestino, a cui è stata intimata l'espulsione, ha incontrato la proprietaria della Mercedes derubata; una sua connazionale appena uscita da una visita medica. Tra i due sono volate parole dure e l'uomo ha minacciato la donna.

Mohamed Trabelsi è stato, dunque, denunciato per furto aggravato, ricettazione e minacce e arrestato.

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1