Vicenza

Furti seriali nei negozi, poi la vendita online. Trovata refurtiva per 30mila euro

I carabinieri di Verona, con la collaborazione dei colleghi vicentini, hanno scoperto a Vicenza il «quartier generale» di una banda di ricettatori. Quattro uomini e una donna, tutti di origine serba, sono infatti ritenuti i responsabili di ricettazione di merce rubata in diversi negozi di Verona ma anche di altre province del Veneto, Lombardia, Emilia Romagna, Marche e Toscana.

Nel «covo» del gruppo, all'interno di un appartamento a  è stata infatti trovata merce rubata del valore di circa 30mila euro. I quattro erano attrezzati con calamite potenti, tronchesini e tutto il materiale necessario per togliere l'antitaccheggio dalla merce e celarla poi sotto ai vestiti.

L'indagine è partita lo scorso marzo dopo il fermo di uno dei quattro della banda al centro commerciale Verona 1 di San Giovanni Lupatoto mentre tentava di rubare del materiale elettronico da un negozio. I carabinieri hanno infatti scoperto che l'uomo aveva con sé una mappa completa dei negozi da colpire. Seguendo i suoi spostamenti, i militari sono infine giunti all'abitazione di Vicenza dove si trovava con gli altri membri della banda.

Secondo quanto riferiscono i carabinieri, i cinque, una volta portati a termine i furti, rivendevano la merce online.

Suggerimenti