CHIUDI
CHIUDI

17.01.2020 Tags: Vicenza , Fridays for future Vicenza

Fridays for future
Presidio in centro
«Trasporti gratuiti»

Si sono dati appuntamento sotto Palazzo Trissino per ribadire che «il cambiamento climatico non ha confini» e chiedere all'amministrazione che «i trasporti pubblici diventino gratuiti». I ragazzi del Fridays for Future Vicenza sono tornati a far sentire la propria voce e lo hanno fatto con un sit davanti alla sede del comune, in corso Palladio.

 

«Oggi siamo tornati sotto al comune per denunciare gli incendi distruttivi che imperversano in Australia da mesi - recita la nota del movimento -, ribadendo che il cambiamento climatico non ha confini, e le politiche del governo australiano di finanziamento ai combustibili fossili, simili a quelle della stessa unione europea,  sono cause di un problema di tutti». E poco importa se l'Australia dista migliaia di chilometri dalla città del Palladio, perché «i danni dell'emergenza climatica sono qui ed ora, e li vediamo in Australia come anche qua a Vicenza, da giorni in allerta rossa sotto una letale cappa di smog».

 

«Di fronte ad una situazione come questa - prosegue la nota - non si può più aspettare: al posto di una misera ordinanza per tenere le porte dei negozi chiusi, al posto di spendere soldi in progetti inutili come il Tav a Vicenza, chiediamo che i trasporti diventino pubblici e gratuiti, per incentivare l'uso dei mezzi e spostarci verso una mobilità sostenibile». 

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1