Confindustria Vicenza

Elezioni, Vescovi:
«Ora affrontare
con rigore il futuro»

.
Luciano Vescovi
Luciano Vescovi

Chiusa la parentesi delle elezioni ora, per il presidente degli Industriali di Vicenza, Luciano Vescovi, «non ci sono scuse: governo e politici nazionali si concentrino su come affrontare con rigore il peggior autunno mai visto dal dopoguerra». «I risultati molto netti - osserva - dicono quello che da tempo cerchiamo di chiedere alla politica a tutti i livelli: il cittadino ha bisogno di un amministratore che ha fatto la gavetta e che si occupa in modo pragmatico delle questioni del territorio, mettendoci faccia e competenze».

«Poi - aggiunge - si può discutere se le soluzioni ai problemi siano corrette o siano le migliori, ma una persona che ascolta davvero il territorio e si sporca le mani è ciò che i cittadini apprezzano. Invece il dibattito nazionale - precisa - è spesso inondato da fuffa ideologica fine a se stessa ed è anche per questo che oltre due votanti su tre hanno deciso di tagliare il numero dei parlamentari, perché li considera superflui. Questo dovrebbe far riflettere chi vive le istituzioni».

 

Secondo Vescovi «la cosa migliore di oggi, 22 settembre, è che per i prossimi sei mesi non saremo in campagna elettorale. Pertanto - ribadisce -, non ci sono scuse: governo e politici nazionali si concentrino su come affrontare con rigore il peggior autunno mai visto dal dopoguerra. Vedo tanti di loro prepararsi a spendere una montagna di soldi che non gli appartengono, ma che appartengono ai nostri figli e nipoti».