Vicenza

Ecco i primi tre targa system nei punti critici della città

La telecamera rileva tutte le targhe dei veicoli in transito nelle due direzioni; il sistema verifica in tempo reale se assicurazione e revisione sono a posto e se il mezzo risulta inserito in qualche black list, ad esempio per la fuga dal luogo di un incidente o per furto; un alert sonoro e visivo segnala il passaggio irregolare sul tablet degli agenti operativi nel territorio e alla control room in comando.
Funziona così il targa system, attivo da oggi nei primi tre portali installati in altrettanti punti strategici di accesso alla città: in Riviera Berica, all'altezza del passaggio pedonale vicino alla Rotonda; in strada Marosticana, vicino al centro commerciale Schiavotto; lungo viale Trieste, alla rotatoria con viale Fiume, dove questa mattina sono andati in sopralluogo il sindaco Francesco Rucco, il consigliere Nicolò Naclerio, delegato allo sviluppo di progetti per la sicurezza e il comandante della polizia locale Massimo Parolin.

«Oggi - ha annunciato il sindaco Francesco Rucco - entra in funzione uno strumento estremamente utile nel controllo dei veicoli che transitano in città. Grazie anche a un nuovo finanziamento regionale, a questi primi tre sistemi affiancheremo entro un anno altri tre impianti da collocare in viale della Scienza, a Ponte Alto e in viale della Pace, in modo da monitorare, in accordo con il Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, tutti gli assi primari di accesso alla città».

«Questi strumenti - ha aggiunto il consigliere Nicolò Naclerio - permettono non solo di controllare che assicurazione e revisione siano a posto, ma anche e soprattutto di agevolare il lavoro di indagine nella ricerca dei criminali, nel monitoraggio dei sospetti e nel ritrovamento dei veicoli rubati. Si tratta di un passo avanti importantissimo in ausilio a tutte le forze di polizia».

Al passaggio dei mezzi che il targa system rileva come irregolari non scattano in automatico le sanzioni, perché è sempre necessario che l'agente sul territorio fermi il veicolo e verifichi l'effettiva situazione prima predisporre il verbale.
Per l'acquisto, il posizionamento e il collegamento di questi tre targa system la Regione del Veneto ha concesso un finanziamento di 30.193 euro a cui il Comune ha aggiunto 38.737 euro per un totale di 68.930 euro.
Nel frattempo l'amministrazione comunale ha deciso di implementare la rete, dotandosi di altri tre impianti da collocare in viale della Scienza, a Ponte Alto e in viale della Pace.
Per questi ulteriori portali la Regione ha concesso un nuovo finanziamento di 45.774 euro a cui il Comune ha aggiunto 60 mila euro per un totale di 105.774 euro.
Ad aprile la giunta comunale ha approvato il disciplinare per il trattamento dei dati personali relativo all'utilizzo di questi dispositivi che vanno ad affiancarsi alla rete di videosorveglianza tradizionale e saranno messi a disposizione delle forze dell'ordine.