Vicenza

Divulga video osè della ex agli amici del fidanzato

Quel video, lungo più di 6 minuti, è finito via whatsapp nelle mani di almeno una decina di liceali. Ritrae un momento di intimità fra una ragazza di 18 anni e il suo ex fidanzato, di 19. Sarebbe stato quest’ultimo a divulgarlo, spedendolo ai compagni di scuola del nuovo fidanzato della giovane. Come a dire: «Guardate di chi si è innamorato il vostro amico».
La procura ha avviato un’indagine per revenge porn (la vendetta pornografica), un reato introdotto dal legislatore nel 2019 che prevede pene fino a 6 anni di reclusione, con ulteriori aumenti nel caso in cui imputato e vittima fossero stati legati da una relazione sentimentale. Ad essere iscritto sul registro degli indagati è stato Simone M. (non pubblichiamo i dati completi per non rendere identificabile la presunta vittima), studente, residente in città, che avrebbe divulgato immagini private della ex, che chiameremo Chiara.
I due, che frequentano lo stesso istituto superiore, erano stati fidanzati per un paio d’anni, fino al febbraio scorso. Poi Chiara gli aveva annunciato l’addio, spiegandogli che non provava più per lui quello che sentiva in precedenza. Tempo qualche settimana, e si era fidanzata con Daniele, studente dell’ultimo anno di un liceo della città.
Simone, che non aveva accettato la fine della sua storia d’amore, era rimasto malissimo quando aveva saputo che la ex aveva avviato un’altra relazione. Per questo - è l’ipotesi - avrebbe deciso di vendicarsi, cercando di mettere in cattiva luce non solo Chiara, ma anche il suo nuovo fidanzato. 
Per questo, avrebbe deciso di divulgare un filmato, che aveva conservato con altri nella memoria dello smartphone, che aveva girato durante la relazione con Chiara. Si tratta di un video, che dura più di 6 minuti, che immortala un rapporto intimo fra di loro, in una camera. Entrambi si vedono chiaramente in viso e sono riconoscibili; lo avevano fatto per ricordare un momento di passione, consapevoli entrambi di essere ripresi dalla videocamera di un telefonino.
Simone, che era in contatto con un compagno di classe di Daniele, il quale gli aveva fatto sapere della nuova storia d’amore, si sarebbe fatto dare da quest’ultimo i numeri di altri compagni, e avrebbe girato a tutti il video, condendolo con alcune affermazioni sulle qualità amatorie proprie e della studentessa. È facile immaginare che in breve, a scuola - era il maggio scorso - quel filmato sia stato visto da diverse persone, compreso Daniele. Il quale, poi, lo aveva riferito a Chiara, la quale per poco non è svenuta dalla rabbia, oltre che dalla vergogna di essere vista da sconosciuti come mamma l’ha fatta. 
La giovane ha trovato il coraggio di parlarne con i suoi genitori, dopo qualche tempo, e con loro si è rivolta alla polizia per sporgere denuncia. Non avrebbe mai contattato il suo ex, per lamentarsi di quanto avrebbe fatto; ma, attraverso Daniele, ha sollecitato coloro che hanno ricevuto il filmato a cancellarlo e soprattutto a non divulgarlo ulteriormente, per non commettere lo stesso reato compiuto dal suo ex. Quello che è certo, comunque, è che è stato visto potenzialmente da tantissime persone. Ora Simone potrà difendersi: rischia condanne pesanti.

Diego Neri

Suggerimenti