Esclusiva GdV

Da San Felice all'Eretenio, nuovo quartiere verde in centro: ecco come cambierà Vicenza

Vicenza, il piano per la rifunzionalizzazione di Campo Marzo

Un nuovo quartiere verde in centro storico. È questo l'obiettivo del piano di rifunzionalizzazione di Campo Marzo e delle zone limitrofe presentato ieri alla maggioranza dal sindaco Francesco Rucco. Non è un solo un progetto di rilancio ma uno dei più ambiziosi progetti urbanistici - sia come contenuti che come investimento - degli ultimi anni per Vicenza. L’obiettivo, secondo quanto è stato definito dallo studio di fattibilità prodotto dall'architetto Marco Ermentini per l'amministrazione comunale, è cambiare il volto della parte ovest del cuore città creando uno spazio unico e collegato che si estende dalla zona di San Felice all’Eretenio. 

L’idea non è di pensare solamente al parco da ri-arredare, ma a un sistema complesso che comprende le piazze (anche da creare) e le vie limitrofe. Una sorta di nuovo quartiere, appunto, dove l’ambiente la faccia da padrone e dove viale Roma non sia solo una strada ma un boulevard di connessione privo di automobili.

 

Leggi anche
Sfida alla vicentinità

 

Il progetto urbanistico si configura come un piano di ricucitura che porta con sé nuove funzioni all'interno dell'area verde ma soprattutto la valorizzazione dei contesti limitrofi: piazzale De Gasperi (destinato a diventare piazza senza auto) collegato al nuovo piazzale della stazione (con il tunnel chiesto a Rfi), viale Verdi con un mercato coperto, il Giardino Salvi con il fronte di contra’ Porta Nova e viale Eretenio con la sponda sul Retrone.

Non un libro dei sogni, assicura l’amministrazione, ma un investimento concreto che è stimato nei prossimi tre anni in almeno 2,7 milioni di euro (sugli oltre cinque complessivi), con una prima tranche da 900 mila euro già finanziata per il 2021.

 

Approfondimenti e dettagli sul GdV in edicola martedì 12 gennaio

Nicola Negrin