Nel Vicentino

Covid, sospesi i primi 34 operatori sanitari "no vax" dell'Ulss 8

Sono diventate operative da oggi le prime sospensioni dal lavoro per gli operatori sanitari dell'UIss 8 Berica non ancora in regola con la vaccinazione contro il coronavirus. 

A darne comunicazione è la stessa azienda sanitaria in una nota. Si tratta di 34 operatori, appartenenti a varie categorie e servizi dell'Azienda che «non hanno fornito adeguate giustificazioni alla mancata vaccinazione anti-Covid».

«Il provvedimento - precisa l'Ulss - non avrà conseguenze dirette sui servizi erogati ai cittadini, anche se ha reso necessaria una riorganizzazione con la ridistribuzione interna di altre risorse di personale. Per i sanitari sospesi che presenteranno il certificato vaccinale sarà attivata la procedura di revoca del provvedimento».

 

Leggi anche
Ulss 7, spedite 155 diffide. «Vaccino o sospensione»

Suggerimenti