CHIUDI
CHIUDI

01.04.2020 Tags: Vicenza , Francesco Rucco , buono spesa , comune , supermercati e negozi

"Buoni spesa"
«La consegna
fra sette giorni»

Stabiliti i criteri di ripartizione dei fondi stanziati dal governo per l’elargizione dei “buoni spesa” per una cifra progressiva, da 50 a 300 euro, a seconda dei componenti del nucleo famigliare.

Per la città di Vicenza il governo ha stanziato per ora 585 mila euro da destinare a persone che si trovano in difficoltà per la mancanza di liquidità.

 

IL VIDEO DELLA COMUNICAZIONE DEL SINDACO RUCCO

 

Oggi partirà un avviso rivolto alle strutture di grande o piccola distribuzione per raccogliere le adesioni al ritiro dei buoni. Per la consegna effettiva dei buoni, in stampa da oggi, si passerà invece alla settimana prossima.

La richiesta dei buoni si potrà fare esclusivamente on line con autocertificazione che attesti la carenza di liquidità.

 

Altri nuovi provvedimenti sono stati adottati dal Comune di Vicenza per far fronte all’emergenza coronavirus.

 

CANONI LOCAZIONE IMMOBILI COMUNALI. La giunta ha deciso di spostare a ottobre il pagamento dei canoni di locazione per attività e associazioni che occupano immobili comunali.

I canoni non versati dalle attività economiche nel periodo dall'1 marzo al 31 luglio, dovranno essere corrisposti in un'unica soluzione entro e non oltre il 31 ottobre, oppure in un massimo di tre rate mensili dello stesso importo con scadenza l'ultimo giorno dei mesi di ottobre, novembre e dicembre 2020. La possibilità di rateizzazione è prevista per i soggetti che devono differire i pagamenti per un importo complessivo di almeno 3 mila euro. Non saranno applicati interessi, sanzioni o decadenze.

 

Per quanto riguarda le associazioni, che in queste ultime settimane hanno dovuto sospendere tutte le attività sociali e ricreative normalmente svolte, sempre per il periodo dall'1 marzo al 31 luglio, è prevista la possibilità di corrispondere al Comune le rate non versate in un'unica soluzione, entro e non oltre il 31 ottobre.

 

CONTROLLI. Stretto un accordo con gli istituti di vigilanza per il controllo del centro storico dalle 7 alle 21. Aumenterà il controllo anche grazie a due pattuglie della polizia locale e altre quattro che monitoreranno i quartieri.

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1