Vicenza

Ancora una spaccata in centro. Allarme dei residenti e un arresto

Seconda “spaccata” in centro storico in due settimane. Ma stavolta il presunto autore del tentato furto è stato subito arrestato.
Il bar “La Pausa dei Dogi” al civico 2 di contra’ Motton Pusterla (Colorfoto)
Il bar “La Pausa dei Dogi” al civico 2 di contra’ Motton Pusterla (Colorfoto)
Il bar “La Pausa dei Dogi” al civico 2 di contra’ Motton Pusterla (Colorfoto)
Il bar “La Pausa dei Dogi” al civico 2 di contra’ Motton Pusterla (Colorfoto)

Seconda “spaccata” in centro storico in due settimane. Questa volta, però, il finale è diverso. Se nella precedente circostanza i ladri che avevano colpito alla tabaccheria di galleria Porti erano riusciti a scappare con il bottino, l’altra notte il presunto autore del tentato furto è stato subito arrestato da una pattuglia della questura, avvisata da un residente. Gli agenti hanno stretto le manette attorno ai polsi di Yasiel Amador Pompa, cittadino cubano di 29 anni, residente in città e già noto alle forze dell’ordine, accusato di aver cercato di entrare al bar “La Pausa dei Dogi” al civico 2 di contra’ Motton Pusterla. Lo straniero comparirà davanti al giudice questa mattina per affrontare il processo.

L’intrusione al bar

Sull’episodio accaduto l’altra notte vige il massimo riserbo. La notizia non è stata diffusa dalla questura perché la procura, l’unica che può farlo in base al decreto Cartabia, non ha riferito nulla sull’episodio. Secondo quanto è stato comunque possibile ricostruire, Amador Pompa sarebbe entrato in azione attorno alle 4.15. Il cittadino cubano avrebbe impugnato un oggetto contundente con il quale avrebbe cominciato a colpire violentemente una finestra laterale del locale. Il frastuono avrebbe però svegliato di soprassalto un residente che abita a pochi metri dal bar.

Quest’ultimo si sarebbe subito affacciato e avrebbe notato il presunto ladro in azione. E così, ha immediatamente afferrato il telefono per lanciare l’allarme al 113. Ricevuta la segnalazione, la centrale operativa della questura ha dirottato in zona la pattuglia delle volanti più vicina. I poliziotti hanno raggiunto “La Pausa dei Dogi” in una manciata di minuti, impedendo che la spaccata venisse messa a segno e rintracciando Amador Pompa. Quest’ultimo è stato perquisito e trovato in possesso di un leverino. Il cittadino cubano è stato quindi accompagnato negli uffici di viale Mazzini e successivamente arrestato, come disposto dal pubblico ministero di turno.

Il colpo alla tabaccheria

Il furto tabaccheria di Natalina Bertoldo, che si trova a circa duecento metri da “La Pausa dei Dogi”, risale invece alla notte tra il 6 e il 7 settembre. In quella occasione uno o più delinquenti erano riusciti a creare un buco in una delle vetrine del negozio di galleria Porti. Una volta all’interno dell’esercizio commerciale, i banditi avevano puntato immediatamente agli scaffali. In pochi minuti avevano fatto sparire decine di pacchetti di sigarette del valore di circa mille euro, tagliandi del Gratta&vinci per altri 5-6 mila euro e il fondo cassa che ammontava a circa 500 euro. La telecamera di un negozio nelle vicinanze aveva ripreso un uomo che si allontanava dalla tabaccheria attorno alle 3, ma la persona aveva il volto coperto da una mascherina e un cappello. La vittima aveva sporto denuncia alla caserma dei carabinieri di via Muggia. 

 

Valentino Gonzato