CHIUDI
CHIUDI

01.04.2020 Tags: Vicenza , SOSpesa

Al via SOSpesa
Arrivano aiuti per
chi non ce la fa

Oltre a togliere il respiro, il coronavirus sta togliendo a molti vicentini la capacità di fare la spesa. Alla crescente richiesta di aiuto risponde Il Giornale di Vicenza con SOSspesa, iniziativa promossa insieme al Comune di Vicenza, in collaborazione con alcuni gruppi della grande distribuzione. Da domani, giovedì 2 aprile, all'interno dei punti vendita della città dei marchi Eurospar e Interspar (Aspiag), Prix Quality (Prix), Emisfero, Famila e A&O (Unicomm) nell'area subito dopo le casse saranno posizionati dei carrelli SOSpesa dove chiunque avrà la possibilità di donare prodotti alimentari non deperibili o a lunga conservazione.

 

La raccolta dei prodotti avverrà due volte al giorno a cura dell'Associazione basta sprechi vicentina onlus, mentre il personale dell'assessorato alle politiche sociali del Comune provvederà a far distribuire le borse della spesa alle famiglie e agli anziani in difficoltà. SOSpesa si affianca alla campagna di crowfunding #VicenzaSolidaleCovid19, collegata alla piattaforma Rete del dono, lanciata nei giorni scorsi dal Centro di servizio per il volontariato di Vicenza e dall'assessorato alle politiche sociali del Comune per l'acquisto di beni di prima necessità e per la fornitura di dispositivi di protezione individuale per i volontari.

 

«Con questa nuova iniziativa vogliamo ribadire come Giornale di Vicenza - dichiara il direttore Luca Ancetti - di essere parte attiva di quella comunità che ogni giorno informiamo attraverso le pagine del nostro quotidiano e del sito www.ilgiornaledivicenza.it. Fino a qualche giorno fa ad avere bisogno erano le persone più fragili, ma ora tutto è cambiato. La quarantena collettiva sta avendo un impatto molto pesante anche su famiglie della classe media, alle quali è venuta improvvisamente meno la disponibilità di parte o dell'intero stipendio. Da qui la scelta di essere al fianco di chi ha bisogno, aiutandolo ad affrontare in modo dignitoso l'emergenza. Conforta il fatto che è stata immediata la disponibilità da parte dei primari gruppi della grande distribuzione interpellati».

 

«Oltre all'emergenza sanitaria, che speriamo finisca prima possibile - afferma l'assessore al sociale Matteo Tosetto - c'è una grave crisi economica che corre di pari passo con un'emergenza sociale che sarò molto più lunga di quella sanitaria. Stiamo registrando un aumento importante di richieste di aiuto e i servizi sociali non sono più chiamati a dare risposte a persone in difficoltà, ma a tutta la città. A fronte di un aumento delle richieste di aiuti, stanno diminuendo le eccedenze alimentari». «Ringrazio il Giornale di Vicenza e tutti i supermercati che hanno aderito a questo progetto - aggiunge il vice sindaco - per poter sensibilizzare i cittadini ad aiutare chi ha bisogno. Anche un pacco di pasta può fare la differenza. Solo aiutandoci gli uni con gli altri e riscoprendo un vero sentimento di solidarietà e comunità, potremo affrontare questa grave emergenza che ci ha colpito». 

Marialuisa Duso
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1