CHIUDI
CHIUDI

19.05.2019

Vandali al parco Giostrine riempite di scritte oscene

Le scritte sulle giostrine (pixellate) sono state ripulite subitoUn’altra giostrina dove c’era un disegno osceno
Le scritte sulle giostrine (pixellate) sono state ripulite subitoUn’altra giostrina dove c’era un disegno osceno

Le giostrine del parco giochi imbrattate da bestemmie e da disegni osceni. L’area verde si trova nel centro storico del paese, racchiusa dal parcheggio della chiesa di San Pietro Apostolo e il campo sportivo parrocchiale. Dovrebbe essere un luogo protetto dove lasciare i bambini in libertà, ma negli ultimi tempi i genitori si sono trovati più volte a fare i conti con gli atti vandalici. L’ultimo episodio non è passato sotto silenzio ed ha suscitato disappunto e indignazione sfociata poi in commenti sui social. “L’altra mattina il parco parrocchiale è stato trovato con “decorazioni” artistiche di bassissimo gusto – si legge in un post -. Oramai la storia si ripete quasi ciclicamente con varie bravate in tutto Trissino”. E non manca uno spunto polemico: “È ora di finirla, le famiglie di questi ragazzi, che in modo sardonico vengono definiti “eroi”, dove sono?” Gli autori hanno “dipinto” la giostra ovviamente di notte e sicuramente nelle ore piccole, quando la gente dorme profondamente considerando che l’area è illuminata e il passaggio delle automobili è continuo fino a mezzanotte. Va detto che le scritte sono state cancellate in tutta fretta sin dal mattino grazie all’intervento tempestivo di alcuni volontari e al gruppo della festa del Rosario tanto che i ragazzi e i bambini, che solitamente si recano al parco giochi nel pomeriggio, non se ne sono neppure accorti. Anche il sindaco Faccio si è recato sul posto ed ha chiamato le forze dell’ordine per denunciare l’accaduto, augurandosi che i colpevoli vengano individuati. E c’è chi ha invocato l’installazione delle telecamere. Parlando con qualche titolare degli esercizi pubblici che insistono nulla zona , arriva la conferma che il parco giochi è davvero “ciclicamente” oggetto dell’attenzione di chi si diverte, se questo si può definire divertimento, a riempire di “graffiti poco artistici”, che hanno per oggetto elementi scurrili e spesso anche blasfemi, gli spazi colorati della giostra. Siccome i contenuti degli scritti e dei disegni non hanno nulla di politico e di antireligioso, né sono contro persone del paese, tutto fa pensare che i protagonisti siano degli adolescenti. Qualche tempo fa alcuni giochi del parco parrocchiale sono stati anche danneggiati e in parte sostituiti con nuovi. Anche in quell’occasione come nelle successive, quando gli stessi giochi sono stati oggetto di disegni e scritte osceni, come è accaduto l’altra notte, si è parlato di bravata. Ma ora i residenti sono stanchi. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Aristide Cariolato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1