Le alternative

Valdagno-Trissino: le strade per bypassare le code

Un vero e proprio calvario percorrere la Sp 246 da Valdagno a Trissino, e viceversa, con situazione critica non solo negli orari di punta. Ci vogliono 45 minuti per percorrere 13 chilometri in auto tra rotatorie, camion e incolonnamenti. Ed è così che gli automobilisti sono quotidianamente alla ricerca di alternative per raggiungere, nel più breve tempo possibile, la propria abitazione dopo una giornata di lavoro o per andare agevolmente al lavoro una volta partiti da casa.

Molti, da sud verso nord, ad esempio, scelgono la strada provinciale Trissino-Brogliano per evitare la Sp 246, raggiungono Cornedo e si infilano nella strada intercomunale in destra Agno arrivando poi a Valdagno. Altri arrivati a Cereda, scelgono la strada comunale di via Campagna, che però attualmente è chiusa verso nord per due o tre mesi per i lavori di realizzazione del marciapiede. Un effetto benefico ha comportato la realizzazione della galleria "Serenissima", che raccoglie il traffico di chi va verso Valdagno, senza attraversare il centro storico di Cornedo. Un grande passo in avanti si sta facendo per far defluire il traffico, che ora pesa tutto sul tratto della Sp 246, Cereda-Trissino: entro l'anno o nei primissimi mesi del 2023 dovrebbero arrivare gli appalti del quarto lotto della Sp 246 della "Melonara" di Cereda all'incrocio con la Sp Priabonese e del terzo lotto da Brogliano al ponte San Rocco di Trissino: i 18 milioni necessari sono già stati stanziati dall'amministrazione provinciale e dalla Regione. In altri termini i due tronconi viari raddoppieranno l'attuale tracciato dell'arteria provinciale 246 fino a Trissino e i tempi di percorrenza subiranno una netta diminuzione. 

Aristide Cariolato