Trissino

Un operaio grave
Infortuni sul lavoro
sindacati allarmati

.
Un intervenuto dell'elicottero di Verona Emergenza (Foto Archivio).
Un intervenuto dell'elicottero di Verona Emergenza (Foto Archivio).
Un intervenuto dell'elicottero di Verona Emergenza (Foto Archivio).
Un intervenuto dell'elicottero di Verona Emergenza (Foto Archivio).

Vittime di infortunio sul lavoro nel Vicentino durante i lavori di manutenzione estiva negli stabilimenti. Il numero cresce e le segreterie di Filctem Cgil, Femca Cisl e Uitec Uil non fanno mancare la loro preoccupazione, esprimendo vicinanza alla famiglia e al lavoratore coinvolto nel grave incidente avvenuto giovedì in una conceria di Trissino. 

«Il tema della sicurezza sugli appalti si ripropone in tutta la sua gravità. Il tavolo provinciale per la sicurezza deve porsi ora l'urgenza di avviare i propri lavori, definendo un concerto di azioni particolarmente dedicato alle attività in appalto e della cantieristica. - scrivono in una nota le sigle sindacali -. Bisogna riuscire a coniugare innanzitutto la prevenzione con la vigilanza. E non va dimenticata la corresponsabilità del committente che non può certo rimanere indifferente ai rischi generabili dalle terze parti affidatarie».

 

Vittima dell'ultimo infortunio accaduto, in ordine di tempo, ad agosto nel Vicentino, è un 36enne di Nogarole che è stato ricoverato in gravi condizioni al San Bortolo con un trauma alla testa e varie fratture. L'incidente è avvenuto giovedì verso le 9 alla conceria Basmar in via Stazione a Trissino, dove il dipendente di una ditta esterna,  Alessandro Baldisserotto, stava svolgendo lavori di manutenzione su un ponteggio da cui è precipitato. L'operaio è stato trasportato con l'elicottero di Verona Emergenza all'ospedale di Vicenza.

 

In questo periodo, approfittando del periodo di chiusura estiva, l'azienda ha commissionato alcuni lavori di manutenzione ad una ditta esterna.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di Trissino e il personale dello Spisal dell'Ulss 8 Berica, ai quali spetta la ricostruzione dell'incidente. Dal canto suo la Basmar, estranea agli avvenimenti, ha già consegnato allo Spisal tutta la documentazione relativa alle proprie procedure di sicurezza.