CHIUDI
CHIUDI

29.05.2019

Plebiscito per il sindaco Faccio Sorprese dai derby in famiglia

Davide Faccio festeggia con il ministro Erika Stefani. CARIOLATO
Davide Faccio festeggia con il ministro Erika Stefani. CARIOLATO

Plebiscito per Davide Faccio con la “Lista civica per Trissino”, sindaco bis con 3.627 preferenze pari all’84% dei votanti. La lista “Civica” di Luigi Pellizzaro, creata all’ultimo momento, come misura precauzionale per evitare il commissario in mancanza del quorum, ha ottenuto 662 voti (15,4%). «Questo risultato è il più grande riconoscimento che i trissinesi mi potessero dare - ha esordito Davide Faccio, una volta conosciuto l’esito del voto -. Ringrazio la squadra, i cittadini, anche quelli che non mi hanno votato, in modo particolare la lista civica del candidato Luigi Pellizzaro, che ho sempre chiamato “lista di responsabilità”, proprio per lo scopo con cui è nata. Il quorum è stato abbondantemente superato (ha votato il 62% degli aventi diritto ndr)». Va detto che c’era curiosità in paese per l’esito di questa lista, che l’ex-consigliere Simone Gentilin di Indipendenza Veneta aveva bollato come “lista di comodo” mettendo in luce evidenti parentele fra i candidati delle due liste: Doriana Punchina (lista Pellizzaro) moglie dell’assessore Giampietro Ramina (lista Faccio) o Mirca Verlato (Lista Pellizzaro) madre di Martina Benetti (lista Faccio) oppure Milena Bizzotto (Lista Pellizzaro) compagna di Agostino Mastrotto (lista Faccio). Ebbene, nonostante le parentele, Doriana Punchina e Milena Bizzotto hanno ricevuto zero preferenze; mentre Mirca Verlato ha ricevuto sette preferenze e dovrebbe far parte del Consiglio, ma risulta che è pronta a dimettersi. In conclusione, la polemica è destinata a decantare. Ma tornando a Faccio: «Ora posso continuare il programma con il completamento delle opere pubbliche e la creazione del gruppo giovani – ha concluso il sindaco -, una esigenza espressa durante gli incontri con i cittadini, per coinvolgerli nelle scelte amministrative». A congratularsi con Faccio c’era Erika Stefani, ministro per le autonomie: «La percentuale, così elevata di voti a Trissino è la testimonianza di una buona amministrazione in una situazione difficile, rappresentata dalla Miteni; così come l’esito della Lega alle europee è la risposta a “se lavori bene, la gente ti premia”. È un segnale forte sulla strada dell’autonomia». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

A.C.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1