CHIUDI
CHIUDI

12.09.2019

Pfas: ministero
sarà parte civile
nel processo

Pfas: il ministero sarà parte civile
Pfas: il ministero sarà parte civile

TRISSINO. Il ministero dell’Ambiente intende costituirsi parte civile nel processo relativo alla contaminazione da Pfas, attraverso i residui di lavorazioni chimiche e industriali, in relazione alla vicenda della Miteni di Trissino ( Vicenza). Lo ha detto oggi a Roma lo tesso ministro Sergio Costa, nell’audizione davanti alla Commissione Ecomafie.
«Il ministero dell’Ambiente, attraverso l’avvocatura dello Stato, provvederà a costituirsi parte civile nel processo penale nei confronti dei vertici delle società», ha detto Costa, per «ottenere la condanna» al «risarcimento del danno ambientale, ritenendo tale procedimento la sede più idonea» per «l’identificazione dei soggetti responsabili delle condotte illecite da cui è conseguita la situazione di contaminazione da Pfas e di altre sostanze dannose per la salute e la salubrità  dell’ambiente».

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1