CHIUDI
CHIUDI

04.10.2019

Nuovo asilo e una strada in cambio dei capannoni

Ruspe all’opera nella lottizzazione Salgito a sud del centro. CARIOLATO
Ruspe all’opera nella lottizzazione Salgito a sud del centro. CARIOLATO

Chi in questi giorni transita per via dell’Industria a Trissino, vede già all’opera le ruspe che hanno dato inizio ai lavori di urbanizzazione della lottizzazione “Salgito”. Nascerà un nuovo polo produttivo, ma anche una nuova strada che sgraverà il centro dai tir. E, non meno importante, grazie alla perequazione urbanistica, 940 mila euro nelle casse comunali, sarà finanziata parte del nuovo asilo nido e della scuola materna. La nuova strada collegherà via dell’Industria con via Postale Vecchia, sarà larga 8 metri oltre al marciapiede, all’aiuola verde e alla pista ciclabile per una larghezza complessiva di 15 metri. Lo svincolo su via dell’Industria, concordato con Vi.abilità, la società pubblica che gestisce la rete stradale provinciale, sarà a raso. La realizzazione della nuova strada consentirà di limitare il transito di veicoli pesanti sua via Postale Vecchia, garantendo più vivibilità alla zona residenziale, che risulterà salvaguardata dalla presenza di una fascia di mitigazione con la nuova zona produttiva. Senza contare che nei tre capannoni industriali, che sorgeranno, dove si insedierà la Capt, una ditta produttrice di accessori per trasformatori, membro della gruppo tedesco Reihhausen, troveranno lavoro nuovi dipendenti. La zona a sud del centro di Trissino usufruirà di un’importante area a parcheggio, lungo l’asse stradale, di superficie superiore agli standard, pari a 4.100 metri quadrati con 150 posti auto. Si è pensato poi ai ciclisti e ai pedoni, prevedendo una pista ciclabile alberata, che si collegherà direttamente con quella esistente Agno-Guà. Questo il quadro degli interventi previsti dalla lottizzazione “Salgito”, che sorgerà nell’area di 40 mila metri quadrati a destinazione mista produttiva-commerciale. Si tratta di un notevole investimento da parte della ditta lottizzante, una holding familiare, di cui l’ing. Alessandro Serafini è managing director, pari a circa 10 milioni che comprendono l’urbanizzazione dei tre lotti e la costruzione dei tre capannoni industriali. I progettisti sono i geometri Paolo Pellegrino e Massimiliano Piana e l’urbanista Nicola Caleca. Alla presentazione del progetto assieme al capoufficio comunale l’urbanista Giorgio Gugole, e all’ing. Alessandro Serafini della ditta lottizzante “Salgito”, era presente l’assessore Giampietro Ramina, che ha voluto mettere in risalto tre “ricadute”, che scaturiscono direttamente dalla realizzazione della lottizzazione. «Il progetto per la realizzazione del nuovo asilo nido e della nuova scuola materna in via Nazario Sauro, accanto alla palestra intitolata al compianto Angelo Sinico - ha detto l’assessore - è in fase di esecuzione e a una prima stima costerà oltre 3 milioni, quindi la perequazione arriva quanto mai propizia. In secondo luogo, si deve pensare al positivo impatto sociale, derivante dall’insediamento della ditta nei tre futuri capannoni, che offrirà nuovi posti di lavoro; senza tralasciare che, spostando il traffico dei tir, ne trarrà beneficio la residenzialità di via Postale Vecchia e via Delle Isole». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Aristide Cariolato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1