CHIUDI
CHIUDI

05.11.2019

Halloween, divieti dopo i danni

I resti del mezzo usato per realizzare il bacino di laminazione. CARIOLATO
I resti del mezzo usato per realizzare il bacino di laminazione. CARIOLATO

Basta festeggiamenti per Halloween a Trissino e chi non dovesse rispettare questo divieto rischia sanzioni salatissime, fino a 500 euro. «Non posso più permettere che questi ragazzotti, per il gusto di far festa, mettano a soqquadro il paese e lo distruggano» lamenta il sindaco Davide Faccio che non nasconde la sua irritazione per la piega che ha assunto la nottata. Il bilancio è pesante: sono stati bruciati i mezzi lasciati nel cantiere per il bacino di laminazione delle rotte del Guà, ma anche un container, è stata fatta esplodere la cassetta del comitato genitori, si sono trovati marciapiedi anneriti dai falò. Il sindaco allora lancia un videomessaggio: «Dal prossimo anno la musica cambierà, perché vieterò qualsiasi tipo di botto e di festa il giorno di Hallloween. Questo provvedimento non mi rappresenta, perché sono favorevole ai festeggiamenti e ad un paese vivo. Ma, se questo è il prezzo da pagare, non posso accettare che il paese venga distrutto. Scatteranno multe pesanti fino a 500 euro per chi farà scoppiare botti e festeggerà in maniera illegale e poco rispettosa del bene comune». «Mi vedo costretto ad adottare un provvedimento, che non mi piace - aggiunge -, ma non posso accettare che il mio paese sia in balia di chi non ha rispetto per le cose e le persone. Questo non va assolutamente bene». In premessa il sindaco Faccio fa presente che «È da un po’ di tempo, forse troppo che alcuni ragazzi adolescenti si prendono gioco del nostro paese, distruggendolo e provocando danni gravissimi. La notte di Halloween è stata la goccia, che ha fatto traboccare il vaso». Adesso si cambia registro. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

A.C.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1