CHIUDI
CHIUDI

08.03.2019

Furti in serie sulle auto, smascherato

Una delle auto prese di mira dai malviventi nella valle dell’Agno.   G.Z.Derry Dori.   G.Z.
Una delle auto prese di mira dai malviventi nella valle dell’Agno. G.Z.Derry Dori. G.Z.

Una scia di furti su auto lasciate in sosta nei parcheggi di negozi e ristoranti della Valle dell’Agno. Una serie di episodi per i quali ora è scattato un arresto. In carcere Derry Dori, 31 anni, residente a Brendola, nomade, disoccupato, alle spalle precedenti specifici. Per stringergli le manette ai polsi i carabinieri di Trissino, che hanno condotto l’indagine, son dovuti andare in provincia di Verona dove aveva trovato ospitalità in un campo nomadi. Ad indirizzare i carabinieri del luogotenente Alberto Beretta sulla pista di Derry Dori un furto avvenuto verso la metà di dicembre nel parcheggio del complesso commerciale di via Monte Ortigara, a Spagnago di Cornedo, che ospita negozi e una palestra. Il topo d’auto, dopo aver infranto uno dei cristalli dell’auto, si era impossessato tra le altre cose di un portafoglio con all’interno, oltre a contanti, documenti e un bancomat con tanto di codice pin. Al ladro non è parso vero, tanto che si è subito precipitato in una vicina banca a prelevare. A inchiodarlo sono state le immagini registrate dalle telecamere dell’istituto di credito confrontate con quelle installate nel parcheggio di Spagnago. Individuato il responsabile, per il quale è stata richiesta l’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare considerato che a carico dell’indagato figurano già precedenti condanne, anche per reati della stessa specie, l’opera dei carabinieri era solo a metà. Nonostante fosse residente a Brendola, il 31enne era solito trovare ospitalità da conoscenti anche in altre province del Veneto. È così iniziata una paziente ricerca fino a quando, grazie anche alla collaborazione con i colleghi della stazione di Ronco all’Adige, Derry Dori è stato individuato ad Albaredo d’Adige dove è stato arrestato. Mercoledì il gip del tribunale di Vicenza ha disposto gli arresti domiciliari. L’attività dei carabinieri non è però conclusa. Le indagini proseguono per verificare che l’arrestato sia l’autore anche di altri furti. Colpi, a cavallo tra il 2018 e il 2019, sono stati commessi a Brogliano nel parcheggio della Locanda Perinella e a Selva di Trissino nei pressi del ristorante Da Costa, ma anche a Cereda di Cornedo e in altre località della Valle dell’Agno. Vi sarebbero inoltre degli episodi riconducibili ad altri soggetti e non si escludono a breve ulteriori sviluppi. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Giorgio Zordan
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1