CHIUDI
CHIUDI

09.10.2019

Telecamere e nuove luci Maglio di Sotto più sicuro

La nuova illuminazione a Maglio di Sotto.  MOLINARI
La nuova illuminazione a Maglio di Sotto. MOLINARI

Nuova illuminazione, più telecamere e progetti urbanistici per combattere degrado e vandalismi. Al centro del piano di riqualificazione messo in campo dal Comune c’è il quartiere di Maglio di sotto e in particolare l’area tra le vie Bocchese, San Lorenzo e vicolo Valle. Dopo gli incontri con i residenti, che da anni lamentavano episodi di vandalismo, di abbandono dei rifiuti e di disturbo soprattutto nelle ore notturne, scattano le misure anti degrado con la sostituzione dei vecchi lampioni che lasciavano troppe zone d’ombra. I primi passi dell’operazione in corso sono già visibili, ma presto si potranno concretizzare progetti urbanistici allo studio di uffici e assessorati. Gli obiettivi da centrare sono la valorizzazione del quartiere, che fa da cerniera tra viale Trento e il centro storico, e la sicurezza. Il primo step è stato già compiuto con la sostituzione di tutti i punti luce. Sono state, infatti, installate 31 lampade a led, per una spesa complessiva di 7.219 mila euro che, oltre ad una migliore efficienza energetica, garantiscono una maggiore illuminazione dell’area. «Quello eseguito a Maglio di sotto è stato un vero e proprio intervento urbanistico per una prima riqualificazione dell’area - ha spiegato l’assessore all’urbanistica Michele Cocco -. Il quartiere soffriva da tempo: spazi poco curati, male illuminati e con episodi di degrado in parte legati anche a mancate operazioni immobiliari che si sono arenate negli anni. Per questo siamo intervenuti sul piano urbanistico, con nuovi apparati di vigilanza e sugli spazi pubblici confrontandoci con i residenti e valutando le loro richieste. L’illuminazione è stata l’opera più corposa, dato che in poche settimane sono state rinnovate tutte le lampade dell’intera zona compresi i vicini parcheggi. Un investimento che risponde anche all’attuazione del Paesc, rientrando nella politica di risparmio energetico che stiamo portando avanti. Inoltre stiamo intervenendo su alcune situazioni urbanistiche e normative che consentiranno di sbloccare alcune operazioni immobiliari». Da anni sono in stato di completo abbandono il cantiere iniziato proprio in vicolo Valle e l’area privata a ridosso del grande parcheggio sterrato di via Bocchese che, a questo punto, potrebbero tornare probabilmente a vivere. «Un ulteriore passo avanti arriverà con il nuovo piano del traffico e con l’approvazione del primo stralcio di interventi contiamo di operare proprio sull’asse di viale Trento nell’ottica di riqualificazione viabilistica, ma anche della qualità di residenze e spazi commerciali», conclude Cocco. Un pacchetto sicurezza che include anche due nuove telecamere: una puntata sul parcheggio di via Bocchese e una in vicolo Valle dall’ingresso di viale Regina Margherita, aggiungendosi alle tre già operative in zona. Il tutto per 14.678 euro. Un restyling completo che ha visto anche cancellare le scritte vandaliche sui muri. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Veronica Molinari
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1