CHIUDI
CHIUDI

17.04.2019

Via Lelia verso il restyling Ultima estate di passione

L’attuale pavimentazione di via Lelia in porfido e marmo. CRISTINAUn colpo d’occhio sulla strada che sarà messa a nuovo. CRISTINA
L’attuale pavimentazione di via Lelia in porfido e marmo. CRISTINAUn colpo d’occhio sulla strada che sarà messa a nuovo. CRISTINA

Quella 2019 sarà l’ultima estate di via Lelia, a Recoaro, con il porfido sollevato con il rischio di inciampare per i pedoni, la carreggiata sconnessa tanto che a percorrerla a 20 chilometri all’ora in auto pare di essere sulle montagne russe e il rischio di allagamento per i negozi in caso di forti temporali. I lavori per il rifacimento inizieranno a settembre per concludersi dopo tre mesi. Il costo dell’intervento sfiora i 330 mila euro ed è finanziato interamente dai fondi dei comuni di confine. Nel dettaglio si procederà con la rimozione completa del pavimento in blocchetti di porfido e dei cordoli laterali e trasversali in marmo, la cui qualità, unita alle caratteristiche climatiche del centro cittadino montano, non danno garanzia di durata, mentre i marciapiedi verranno conservati. Il cordolo inoltre costituisce un ostacolo non ben riconoscibile al passaggio delle biciclette che circolano perché liscio, inclinato e sporgente pochi centimetri dalla carreggiata. Verranno rifatte le pendenze, le caditoie e alcuni tratti per la regimazione idrica: vale a dire che la strada penderà leggermente verso il centro in modo da convogliare le acque che saranno raccolte da un collettore. Saranno poste delle griglie a monte e a valle della via rispettivamente con lo scolo delle piogge direttamente nel torrente Agno e nel secondo con il potenziamento e collegamento delle griglie al tombotto posto sotto la sede stradale. Un intervento reso necessario dal fatto che negli scorsi anni diversi negozi erano stati allagati a seguito di “bombe d’acqua” che sono sempre più ricorrenti. Con i lavori verranno inseriti anche cinque colonnine di allaccio per le prese elettriche a terra, destinati a manifestazioni locali quali il mercato rionale e gli addobbi a luminarie della via. In questo modo l’area sarà più elegante e ordinata anche in caso di spettacoli estivi che di solito si svolgono proprio in via Lelia. La nuova pavimentazione nel tratto stradale ridefinito sarà costituita da diversi strati: fondazione in cemento armato e poi la posa di lastre in calcestruzzo vibrocompresso “Granitblock” per evitare movimenti. Lo strato superficiale del blocco è composto al 100% da aggregati selezionati di pietre e marmi pregiati e chimicamente migliorato per non assorbire l’acqua in modo da mantenere una colorazione assolutamente naturale e durevole nel tempo. «Verrà rifatto il salotto buono del paese - evidenzia il sindaco Davide Branco -. Dopo i lavori l’area sarà più piacevole e sicura. Sarà anche adatta al passaggio di mezzi pesanti senza che ne risenta il tratto di strada come accaduto in passato, grazie alla tecnologia di queste lastre. Durante i mesi di cantiere la via non sarà mai totalmente chiusa e si potrà, a piedi, raggiungere gli esercizi commerciali». Anche i commercianti sono ottimisti, l’unica preoccupazione è data dai tempi di esecuzione dell’opera che si augurano saranno rispettati o almeno che si concluda il tutto prima del periodo natalizio. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Luigi Cristina
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1