CHIUDI
CHIUDI

21.01.2020

Una serra di marijuana in casa e dosi da spaccio: due arresti

Christian Franco
Christian Franco

In una stanza della casa in cui abitano avevano ricavato una serra dove coltivare marijuana per poi venderla. Ieri sono comparsi davanti al giudice Poi che li ha condannati a 8 mesi di reclusione e mille euro di multa. Si tratta di Christian Franco, 20 anni, di Recoaro, disoccupato, alle spalle pregiudizi di polizia (avv. Billo), e del coinquilino Emanuele Menti, 18 anni, di Valdagno, celibe, disoccupato, incensurato (avv. Adda). L'operazione antidroga è stata effettuata dai carabinieri della cittadina termale sabato sera. Una pattuglia del comandante Gianluca Biasetti ha fermato sulle strade di Recoaro un'auto condotta da A.C, 18 anni, del posto, incensurato ma noto alle forze dell’ordine per attività connesse agli stupefacenti. A bordo del veicolo c’era anche Christian Franco ed una ragazza. La perquisizione personale e dell’auto portava al rinvenimento sui due passeggeri, segnalati alla prefettura, di modiche quantità di hashish e marijuana; sul conducente venivano trovati 11,5 grammi di marijuana e un coltello a serramanico. I militari dell’Arma hanno deciso di andare a fondo e di perquisire l'abitazione di Franco da cui i tre giovani erano usciti poco prima. Nell’appartamento erano presenti il coinquilino Emanuele Menti e una giovane, pure trovati con addosso modiche quantità di stupefacenti. L’abitazione è stata passata al setaccio e ha permesso di scoprire che una camera da letto era stata “riconvertita” in serra per la coltivazione di piantine di marijuana, con lampade, ventilatori e fertilizzanti: all’interno c’erano tre piante in fase di maturazione. In locali attigui sono stati rinvenuti 110 grammi di marijuana già confezionata e pronta per essere venduta, oltre a 86 grammi di hashish e 2 dosi di speed. Sequestrati anche diversi grinder, utensile utilizzato per macinare lo stupefacente, bilancini di precisione, materiale per il confezionamento nonché la contabilità dell’attività illecita. I padroni di casa sono stati arrestati e già giudicati, mentre è stato denunciato in stato di libertà il conducente della auto controllata sia per il possesso ai fini di spaccio dello stupefacente che per il porto del coltello. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Giorgio Zordan
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1