CHIUDI
CHIUDI

04.05.2019

Ucciso a bastonate
il cigno del parco
Caccia ai responsabili

Il cigno privo di vita nel laghetto superiore del parco. CRISTINA
Il cigno privo di vita nel laghetto superiore del parco. CRISTINA

RECOARO. Il cigno reale maschio con la sua maestosità e bellezza catturava gli sguardi dei turisti, dei residenti e soprattutto dei bambini. Quel cigno è stato trovato morto ieri mattina. Con il collo spezzato. La sua casa era il laghetto superiore del parco che si trova nel centro di Recoaro e condivideva con un esemplare di femmina. In attesa del referto ufficiale, che si avrà nei prossimi giorni, dopo le analisi effettuate dall’istituto zooprofilattico, si ipotizza che la morte sia stata provocata volontariamente: con ogni probabilità è stato «ucciso a bastonate». Se ciò fosse confermato scatterebbe una denuncia a carico di ignoti. Il sindaco Davide Branco, noto per le sue posizioni animaliste, sottolinea: «La zona del parco e del piazzale della cabinovia a breve sarà interessata dall’installazione di telecamere per evitare che gesti del genere si ripetano. Se ci sarà la conferma dell’uccisione scatterà subito la denuncia».

Luigi Cristina
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1