CHIUDI
CHIUDI

01.03.2019

Terme a rischio
Nessuna offerta
per la gestione

Uno stabilimento delle Terme di Recoaro
Uno stabilimento delle Terme di Recoaro

RECOARO. Asta deserta: nessuna offerta per il bando di gestione dello stabilimento termale di Recoaro per la stagione 2019. La giunta regionale del Veneto aveva a disposto l’avvio di un procedimento finalizzato ad autorizzare un operatore economico all’esercizio dell’attività di gestione per 18 mesi, riferito ad una porzione limitata delle terme, e di un contratto collegato di somministrazione dell’acqua sorgiva. Ma alla scadenza del bando, il 26 febbraio, non sono pervenute offerte. 

 

Lo conferma il vicepresidente Gianluca Forcolin facendo presente che la Società Terme di Recoaro spa, che aveva sperimentalmente gestito il compendio termale, ha fatto pervenire una nota con la quale ha informato la Regione che, a seguito dell’analisi delle clausole contrattuali e del capitolato, non sono state riscontrate condizioni tali da consentire la partecipazione all’asta. «Tuttavia - rende noto Forcolin - il Consiglio di amministrazione della Società si è reso disponibile a valutare eventuali altre ipotesi di collaborazione e/o di gestione. La Regione nei prossimi giorni si riserva di esaminare, di concerto con i soggetti pubblici e privati coinvolti, tutte le possibili ipotesi alternative per non compromettere l’apertura della stagione termale».

 

«Sono comprensibili le preoccupazioni degli operatori economici - aggiunge - perchè garantendo la stagione termale si salvaguarda l’economia dell’intera vallata in termini di attività commerciali, ricezione turistica e relativo indotto. Come ha fatto in tutti questi anni cercando soluzioni percorribili, la Regione vuole continuare ad essere al fianco degli operatori, ma il rilancio della zona non può che essere portato avanti in sinergia. In mancanza di proposte concrete sul piano gestionale, il rischio è che restino al palo gli investimenti e il futuro del compendio termale».

 

 

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1